Nuove scoperte archeologiche a Pompei, l’immenso patrimonio si arricchisce ancor di più

Scoperte nuove ricchezze a Pompei quale il Santuario Extraurbano e la Porta Occidentalis

PompeiPompei, 28 aprile – Coordinati dall’archeologo Mario Grimaldi e dal direttore del Centro Internazionale per gli Studi Pompeiani Amedeo Maiuri, Umberto Pappalardo, alcuni ricercatori sono stati scopritori di un Santuario Extraurbano situato nelle vicinanze del vicus pubblicus già presente a Pompei, al di fuori della zona del pomerium e collegato, con l’ausilio di una Porta Occidentalis, al tratto occidentale delle mura urbiche, che fungeva da accesso alla città.

I ricercatori dell’Università Suor Orsola Benincasa hanno fatto una scoperta notevole che andrà ad arricchire ulteriormente il patrimonio artistico e culturale del quale Pompei è già in possesso, visto e considerato che queste scoperte saranno inserite in un progetto di restauro per la valorizzazione e il successivo utilizzo della casa di Marco Fabio Rufo.

Questo progetto verrà illustrato durante un convegno che si svolgerà nella Sala Consiliare del Comune di Pompei dal tema “Pompei tra Archeologia, religiosità e turismo. Progettando la Pompei del XXI secolo: identità e futuro.”

Durante il convegno sarà illustrato le modalità da porre in essere per salvaguardare Pompei, le ricchezze che la città ospita e quelle che continuano a venire fuori.

Lascia un commento