Elezioni Europee 2014: tutto quello che c’è da sapere

Urne aperte nei 28 paesi membri dell’Unione Europea, 503,7 milioni gli elettori al voto

elezioni europee 2014Dal 22 al 25 maggio si terranno le Elezioni Europee, in occasione delle quali i 28 paesi membri dell’UE sono chiamati alle urne per il rinnovo del Parlamento Europeo, unica istituzione europea ad essere eletta direttamente dai cittadini. Diverse sono le differenze che si possono riscontrare tra i vari paesi, compresi i requisiti d’età richiesti per candidarsi: in Italia ad esempio, per potersi candidare bisogna avere almeno 25 anni, un’età tra le più alte d’Europa se si pensa che nella maggior parte degli stati l’età richiesta si attesta sui 18 anni.

Anche il giorno in cui i seggi saranno aperti ai cittadini varia da paese a paese: in Italia, Spagna, Francia, Germania, Grecia, ad esempio si voterà il 25 maggio, mentre Lettonia, Malta e Slovacchia voteranno il 24 maggio, l’Irlanda il 23 e Regno Unito e Olanda il 22. L’unico stato in cui le elezioni si svolgeranno in due giorni è la Repubblica Ceca, chiamata alle urne il 23 ed il 24 maggio.

Differenze tra i vari stati membri ci sono anche per quanto riguarda i sistemi elettorali: in Italia lo sbarramento si attesta al 4% così come in Slovenia, Svezia e Austria, mentre per la Francia è pari al 5% come Repubblica Ceca, Romania e Bulgaria. Stati come Germania, Spagna e Inghilterra non hanno invece alcuna soglia di sbarramento. Il numero dei rappresentanti eletti è proporzionale al numero degli abitanti presenti in ciascuno stato: all’Italia spettano 73 seggi, mentre il numero massimo è riservato alla Germania con ben 96 parlamentari da eleggere.

In questo modo saranno eletti 751 deputati al Parlamento europeo, cioè 750 più il Presidente, i quali dovranno rappresentare gli ideali sociali, politici ed economici dei 503,7 milioni di elettori chiamati alle urne ad esprimere la propria preferenza.

COME SI VOTA – La scheda elettorale è unica, si vota per una delle liste presenti con il proprio simbolo e si possono esprimere da una a tre preferenze. All’arrivo ai seggi sarà necessario presentare la propria tessera elettorale ed un documento di riconoscimento. Per votare basterà tracciare un segno ben visibile sul simbolo della lista prescelta. Inoltre, ogni elettore potrà esprimere la propria preferenza per uno o più candidati che appartengono alla lista votata scrivendo nome e cognome, o solo il cognome, nelle apposite righe accanto al simbolo del partito. Potranno essere espresse al massimo tre preferenze, e in tal caso, come stabilito dalla legge sulla parità di genere approvata dalla Camera, bisognerà indicare candidati di sesso differente, pena l’annullamento della terza preferenza. Nel caso in cui ci fosse un’identità di cognome tra i candidati, sarà necessario scrivere oltre al nome e cognome, anche data e luogo di nascita.

Chi è sprovvisto di tessera elettorale o deve richiederne un duplicato, potrà recarsi presso gli sportelli anagrafici della propria Municipalità per richiederne il rilascio immediato e gratuito.

Gli elettori che ne hanno fatto richiesta al comune e che a causa di gravi infermità non possono in alcun modo allontanarsi dal proprio domicilio ai sensi legge 7 maggio 2009 n.46 pubblicato sulla G.U. n.105 del 8 maggio 2009, potranno esprimere le proprie preferenze con il voto domiciliare. Il Comune di Napoli informa che il voto verrà raccolto presso il domicilio indicato dall’elettore, durante le ore di apertura delle votazioni, dal Presidente dell’ufficio di sezione in cui l’elettore è iscritto.

I seggi resteranno aperti dalle 7 alle 23. Dalle ore 23 di domenica 25 maggio avranno poi inizio le operazioni di scrutinio le quali saranno portate a termine entro le ore 12 del giorno seguente.

Per tutte le altre informazioni e curiosità si rimanda al Manuale Elettorale redatto a cura della Camera dei Deputati.

Abbiamo realizzato per voi un’infografica riassuntiva in merito ai seggi spettanti ad ogni paese membro dell’UE: 

FOTO: tratta da europarlamento24.eu

Lascia un commento