Caldoro trionfalista: deficit azzerato per la sanità campana

Il governatore su commissariamento: “Continua il dialogo con il ministro”

caldoroNapoli –  La Regione Campania ha azzerato il deficit della Sanità della Regione Campania chiudendo l’esercizio 2013 con un attivo di 6,1 milioni di euro. Lo ha annunciato il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro, commissario ad acta per la Sanità, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Santa Lucia. Un risultato, ha spiegato Caldoro, “arrivato dopo anni di durissimo lavoro”.

“Un campionato vinto”, ha detto Caldoro usando una metafora calcistica e illustrando i dati. Per la prima volta bilancio in attivo, con deficit azzerato: dal passivo di 853 milioni di euro dell’esercizio 2009 al +6,1 milioni del 2013; 259 giorni recuperati nel pagamenti dei fornitori, dai 427 del 2009 ai 168 del 2013; miglioramento del 15% nei livelli essenziali di assistenza.

“Nessuno prima di noi ci era riuscito – ha detto Caldoro – la Campania era vista ‘regione canaglia’ che accumulava deficit. Oggi questi numeri sono la precondizione per una buona sanità. Abbiamo mantenuto gli impegni con fatica e sacrificio di tutti. E’ motivo di orgoglio per chi come me fa politica da tanti anni e si misura su queste sfide, ma soprattutto per la nostra regione e per quello che riusciremo a dare ai cittadini”.

“Per lo sblocco del turn over e per ottenere una percentuale maggiore rispetto a quanto previsto per le Regioni sottoposte al piano di rientro c’è una possibilità: “Precondizione per averla – ha spiegato Caldoro – era vincere questa sfida. Oggi la Campania non è più vista come Regione canaglia.  Migliorate complessivamente le prestazioni sanitarie così come ci ha riconosciuto anche il Ministero”.

Lascia un commento

due × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.