Primo European Clean Up Day, celebrato in 28 Stati. Ambizioni per il futuro? Il continente

Iniziativa di volontariato ambientale lanciata dal Commissario europeo all’Ambiente, Janez Potocnik

clean-upNapoli, 10 maggio – Si è celebrato  in 28 Stati il primo European Clean Up Day: la giornata del recupero dei rifiuti abbandonati in cui cittadini, associazioni, enti locali, scuole e imprese si sono dati appuntamento per ripulire i propri quartieri e le proprie città. Ogni anno, milioni di tonnellate di rifiuti finiscono negli oceani, spiagge, foreste e altrove in natura, aiutando  a ripulire l’ambiente, i partecipanti potranno vedere quanti rifiuti vengono  scaricati nel loro quartiere. Con questa manifestazione, si aiuterà la propria città ad essere più pulita, e magari a far sì che ci resti. Questa azione fornisce un’opportunità unica per sensibilizzare i cittadini sul problema dei rifiuti e per contribuire a cambiare il comportamento delle persone.

Ermete Realacci (Pd), presidente della commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera, afferma che questa è ”Una bella iniziativa di volontariato ambientale lanciata dal Commissario europeo all’Ambiente, Janez Potocnik, nell’ambito della Settima europea per la Riduzione dei rifiuti, per sensibilizzare cittadini e istituzioni sul tema e ricordare come la questione dei rifiuti sia una delle grandi sfide ambientali ancora aperte e che la raccolta differenziata è la via maestra per superare il problema”.

Ma la strada è molto dura  e lunga, secondo Realacci, stando al rapporto Rifiuti del 2012, quando la quota di rifiuti differenziati ha registrato un incremento del 2,2% arrivando al 39,9%. “Bisogna, soprattutto, puntare a migliorare le nostre performance per allinearle a quelle dei paesi più avanzati dell’Ue, che già oggi differenziano più del 60 % dei rifiuti”. Ha affermato il deputato, sottolineando  al contempo che ”l’Italia è prima in Europa nell’industria del riciclo.” E’ stato il Sottosegretario Barbara Degani a rappresentare il Ministero dell’ambiente nella manifestazione organizzata, sulla tratta ferroviaria Bologna – Roma.

Con partenza alle ore 10:30 dalla stazione di Bologna, il Sottosegretario Degani ha viaggiato per Roma con i bambini della rete “giornalisti nell’ erba”, rappresentanti dei consorzi, tecnici di settore e operatori dell’informazione.

Lascia un commento

1 × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.