Fondazione Veronesi: ogni anno 800 mila persone malate di tumore sono costrette a curarsi fuori regione

VI Rapporto sulla condizione assistenziale dei malati oncologici

malati oncologiciNapoli, 16 maggio – I dati.  Sono a dir poco disastrosi i dati illustrati da Favo (Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia) durante la presentazione del VI Rapporto sulla condizione assistenziale dei malati oncologici, tenutasi ieri al Senato nel corso della IX Giornata nazionale del malato oncologico. Ogni anno circa  800 mila persone con tumore sono costrette a curarsi fuori dalla propria regione. I “nomadi” sono, per la maggior parte, meridionali con 55mila persone che partono dalla Campania, 52mila dalla Calabria, 33mila dalla Sicilia, 12mila dall’Abruzzo e 10mila dalla Sardegna, con un valore pari a 2 miliardi di euro.

Come risolvere il problema. “La situazione fotografata nel VI Rapporto richiede urgenti disposizioni normative, anche in tema di tutela della fertilità, e risorse da destinare ai servizi. Il cancro rappresenta la prima causa di accettazione delle domande di inabilità e disabilità, con conseguenze inevitabili sul piano lavorativo e sociale”. Ha affermato il presidente Favo, Francesco De Lorenzo- “La prossima approvazione del Patto della Salute deve necessariamente includere anche questo documento, per garantire ai malati di cancro il diritto alla riabilitazione e al sostegno psicologico.  È evidente anche la disomogeneità territoriale nella distribuzione degli acceleratori lineari (linac), apparecchiature fondamentali per i trattamenti radioterapici. Alcune Regioni raggiungono, a volte superandoli, gli standard europei che prevedono dalle 7 alle 8 macchine di alta energia per milione di abitanti, altre invece sono molto al di sotto di questi parametri. In Italia vi sono complessivamente 377 acceleratori lineari, che devono essere utilizzati da almeno 228 mila persone. Nelle regioni del Nord si trovano 184 apparecchiature, pari a 6.7 per milione di abitanti, nel centro 99, pari 7.4 per milione di abitanti, nel Sud ed isole 94, pari a 4.9 per milione di abitanti”.

Evento. Sarà celebrata presso l’Auditorium della Conciliazione di Roma, fino al 18 maggio,  la IX giornata del malato oncologico, realizzata con il sostegno del Ministero della Salute, e di Mediaset – Mediafriends attraverso la trasmissione di spot dedicati.

La giornata ha lo scopo di richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sui bisogni di migliaia di persone che affrontano la malattia. Grazie ai risultati raggiunti nelle precedenti edizioni, questo evento riesce a far conoscere i nuovi bisogni dei malati di cancro, e ad affermare la necessità di nuovi diritti in risposta a questi ultimi.

Lascia un commento