Su Bagnoli, Renzi: “Garantisco al sindaco De Magistris piena disponibilità del mio governo a dare una mano a Napoli”

De Magistris: “Il Governo deve mettere le risorse per la bonifica, come si è impegnato a fare perché Bagnoli è un sito di interesse nazionale”

P.Plebiscito-de magistrisNapoli, 20 maggio – Dopo il comizio tenuto dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi a piazza della Sanità, il sindaco Luigi De Magistris si è dichiarato pronto a collaborare con il governo, a patto che arrivino realmente gli aiuti promessi durante la campagna elettorale per Bagnoli e PompeiRenzi aveva infatti dichiarato: “Se Pompei continua a fare notizia è perché cadono i muri, se a Bagnoli si continua a far nulla vuol dire che abbiamo fallito”, incitando ad una collaborazione reciproca.

Dal canto suo De Magistris ha colto l’occasione per ricordare che “abbiamo trasmesso l’accordo, in verità già da un po’. Sento che parla di Bagnoli ma le carte sono al Governo. Aspettiamo che alzino la cornetta, siamo pronti a firmare. Il Governo deve mettere le risorse per la bonifica, come si è impegnato a fare perché Bagnoli è un sito di interesse nazionale. Non è un tema da campagna elettorale ma è un tema sul quale mettere penna su carta. Il Governo ha tutti gli strumenti per farlo”.

Ma stando alle dichiarazioni rilasciate dal Presidente del Consiglio ai microfoni di Canale 21, il sindaco otterrà l’appoggio richiesto per la riqualificazione di Bagnoli. Renzi ha infatti confermato: “garantisco al sindaco De Magistris piena disponibilità del mio governo a dare una mano a Napoli. Bagnoli deve assolutamente ripartire, come anche Pompei, investendo i 130 milioni di fondi europei”. Ha sostenuto inoltre che la città non sarà lasciata sola nell’affrontare tutti i suoi problemi: “ho detto che ogni tre mesi sarei tornato a Napoli per monitorare come si stanno spendendo i fondi europei e io confermo che sarò a Napoli sicuramente il 14 agosto. Alla vigilia di Ferragosto terremo una riunione operativa per vedere a che punto siamo”.

Intanto il sindaco fa sapere attraverso un post ufficiale su Facebook che si stanno creando le condizioni per riuscire a risolvere definitivamente il problema legato alla bonifica di Bagnoli. Nella nota dichiara infatti: “il Consiglio di Stato ha respinto l’appello avanzato da Fintecna Spa verso l’ordinanza emessa dall’amministrazione del Comune di Napoli, nel dicembre scorso, che aveva ad oggetto, tra l’altro, la rimozione della colmata di Bagnoli. L’effetto di tale decisione del Consiglio di Stato è che la Fintecna dovrà presentare, quanto prima, un progetto di rimozione della colmata ai fini della successiva esecuzione delle opere, rischiando in mancanza una denuncia all’autorità giudiziaria per non aver ottemperato al contenuto dell’atto del sindaco, scaturito dagli accertamenti sulla contaminazione ambientale effettuati nell’ambito delle indagini relative al sito di Bagnoli. La decisione del Consiglio di Stato testimonia come l’ordinanza del dicembre 2013 sia un provvedimento innovativo capace anche, sul piano nazionale, di produrre giurisprudenza, essendo per altro fondata su un principio di giustizia come quello del ‘chi inquina, paga’. L’amministrazione, nell’emettere il provvedimento, ha voluto comunque rispondere ad un’inerzia generale, assumendosi la responsabilità di tutelare la salute pubblica e l’ambiente. Si stanno costruendo, adesso, tutte le condizioni necessarie a risolvere definitivamente il problema della bonifica di questo sito di interesse nazionale, anche tenendo conto dell’impegno indispensabile dello stesso Governo che, attraverso le recenti parole del presidente Renzi, si è detto pronto a fare la sua parte garantendo le risorse per sanare una ferita, purtroppo storica, della nostra città e del paese”.

Lascia un commento