Le retribuzioni ad aprile restano invariate, leggero incremento rispetto al 2013

La retribuzione oraria media è cresciuta dell’ 1,4% rispetto al 2013

spiccioliNapoli, 23 maggio – L’Istat ha registrato un incremento annuo nelle retribuzioni contrattuali orarie di appena l’1,2%, come era accaduto dall’avvio delle serie storiche.

Secondo le statistiche Istat, nel mese di aprile l’indice delle retribuzioni contrattuali orarie è rimasto invariato rispetto al mese precedente con un aumento dell’1,2% nei confronti di aprile 2013., il valore più basso dal 1982.

La crescita degli stipendi diventa sempre più esile, toccando ad aprile il tasso di variazione più basso almeno da 32 anni a questa parte. I contratti collettivi nazionali in vigore ad aprile riguardano il 38,4% dei dipendenti e il 37,6% del monte retributivo. I contratti in attesa di rinnovo sono 45 relativi a 7,9 milioni di dipendenti.

Complessivamente, nei primi quattro mesi del 2014 la retribuzione oraria media è cresciuta dell’ 1,4% rispetto al corrispondente periodo del 2013. L‘inflazione risultata, ad aprile, pari allo 0,6%.

Lascia un commento

1 × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.