Napoli, blitz contro falsi invalidi: arresti e sequestro beni per 1,3 milioni di euro

Affetta da deficit visivo leggeva la posta e parcheggiava la sua auto

falsi-invalidiNapoli, 28 maggio – Sono 11 le persone arrestate ieri nel capoluogo campano dai carabinieri con l’accusa di aver percepito pensioni di invalidità senza averne diritto. Secondo l’accusa, avrebbero percepito, in tutto oltre 600.000 euro fra pensioni d’invalidità e arretrati. Il Gip di Napoli ha emesso un ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari per gli 11 indagati al termine dell’indagine della Procura della Repubblica di Napoli e predisposto il sequestro di beni per il valore di 600 mila euro. Secondo le indagini dei Carabinieri del Comando provinciale di Napoli, le persone arrestate, hanno falsificato verbali di accertamento di invalidità dell’ Asl di Napoli, utilizzando anche falsi timbri e sigilli dello Stato.

Il blitz contro i falsi invalidi a Napoli eseguito, segue la scia degli arresti dei giorni scorsi in cui sono stati sequestrati beni per 1,3 milioni di euro. Un’offensiva dei Carabinieri, della compagnia Napoli-Centro, che ha portato all’arresto, emesso dal GIP,  di 26 persone, accusate di truffa ai danni di ente pubblico, contraffazione di certificazioni e falso commesso da privati, falso materiale e ideologica commessa da pubblico ufficiale in certificati, copie autentiche e atto pubblico. Tra i truffatori in stato di fermo anche 18 donne, tutti agli arresti domiciliari per truffa ai danni di ente pubblico. Un sequestro di beni per oltre 1,3 milioni di euro.

I Carabinieri, da tempo su questo caso, hanno scoperto i falsi verbali di accertamento di invalidità dell’ASL. In base a tutte queste false documentazioni, l’Inps, indotto in errore, aveva stanziato gli arretrati dall’anno 2008 e le pensioni di invalidità. Tra gli indagati si presume ci sia anche un funzionario del Comune di Napoli.

Tra i falsi invalidi è stata scoperta una donna che è stata filmata durante le indagini: pur risultando affetta da deficit visivo a entrambi gli occhi, con disinvoltura leggeva la posta e parcheggiava la sua auto, senza nessun problema, in un vicolo stretto.

Dall’avvio delle indagini nel settore delle false invalidità da parte della Procura di Napoli, nel settembre 2009, sono complessivamente 337 i falsi invalidi arrestati, 21 gli obblighi di dimora e oltre 15 milioni il valore dei beni sottoposti a sequestro.

Lascia un commento