Prezzi troppo alti e biglietti esauriti: è caos per tornare a Napoli dall’isola verde

Posti ridotti sulle imbarcazioni e nuove corse Alilauro a 19,90. La polizia interviene.

traghetti ischiaIschia – Tra chi ha approfittato del ponte del 2 giugno e chi sull’isola ci lavora, nel tardo pomeriggio di lunedì, sulle banchine del porto per il rientro a Napoli, si è creato il caos più totale. Il notevole incremento dei passeggeri, per l’inizio della stagione estiva, ha creato scompiglio sul porto ischitano a causa dell’esaurimento dei biglietti e dell’impossibilità per molti, tra cui pendolari e turisti, di tornare sulla terra ferma in giornata.

Per ovviare al problema, l’Alilauro ha prontamente messo al servizio dei suoi clienti una corsa straordinaria; notizia fantastica, se non fosse per il prezzo spropositato proposto dalla compagnia marittima, che ha richiesto, per l’acquisto del biglietto per tornare a Napoli, 19,90 euro a persona.

Ritenuto, naturalmente, troppo costoso dai passeggeri, è stato contestato con accanimento da alcuni di loro, costringendo la polizia ad intervenire per placare gli animi e per controllare sia la Riva Sinistra che la Banchina del Redentore per evitare altre discussioni.

Durante la stagione estiva ci saranno diversi eventi di interesse turistico, come la festa di San Vito nel comune di Forio, l’Ischia Film Festival che si svolgerà sul Castello Aragonese e la festa di Sant’Anna, con una suggestiva passerella di barche nelle acqua sottostanti al Castello e che coinvolgerà tutti i comuni dell’isola.
Questi eventi rappresentano un’attrattiva importante per il turismo ad Ischia e che porterà di certo molte persone sull’isola. Si spera che in occasione di queste manifestazioni non si verifichi di nuovo un inconveniente come quello accaduto in questi giorni, sarebbe il caos e un brutto biglietto da visita per chi fa del turismo il proprio lavoro.

Lascia un commento

sedici + dodici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.