San Domenico Maggiore: serata in ricordo di Troisi

Gli amici di sempre in un tributo al grande attore e regista de “Il Postino”

massimo troisiNapoli, 10 giugno – Tributo corale a Massimo Troisi. A vent’anni dalla sua scomparsa il Forum Universale delle Culture con l‘Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, in collaborazione con l’Associazione Pietrasanta Polo Culturale e la Rai, dedica una serata al ricordo di Massimo Troisi, questa sera alle ore 20:00 presso il complesso monumentale di San Domenico Maggiore.

L’attore e regista napoletano rappresenta per la città partenopea il primo esponente della nuova comicità napoletana.

Nel 1996  fu candidato ai premi Oscar come miglior attore per il film “Il postino”, il film che ha consacrato l’attore al successo poco prima della sua morte. Troisi è stato spesso paragonato a Totò e a Eduardo de Filippo, paragone che, con franchezza egli commentò così: “No, a me sembra anche irriverente fare questo paragone. Ma non lo dico per modestia, perché non si fa il paragone con Totò o con Eduardo, questa è gente che è stata trenta, quaranta anni e quindi ci ha lasciato un patrimonio.”

La serata, coordinata da Giorgio Verdelli avrà come base parti del documentario “Non ci resta che… Massimo” andato in onda su Rai due nella trasmissione “Unici”. Si alterneranno nel ricordo e nella testimonianza tanti amici. Sarà Rosaria Troisi a fare da trait d’union insieme con Enzo de Caro.

Prevista la partecipazione del produttore Gaetano Daniele, dello scrittore Maurizio De Giovanni, l’artista Lello Esposito, gli attori Massimo Bonetti, Massimo Volpe, Patrizio Rispo, Lino Vairetti, Enzo La Gatta, Gigi Savoia, Gianfranco Gallo, il cardiologo Giovanni Grieco, ed ancora il preside novantenne Palmieri.

“Massimo ci manca da venti anni; lui è stato uno dei grandi interpreti del linguaggio universale della comicità che sa farsi poesia. Arte capace di far ridere e piangere, indignare e sperare. Senza perdere la tenerezza”, questo il ricordo di Nino Daniele, assessore alla cultura del Comune di Napoli, che ha organizzato la serata del 10 giugno.

Lascia un commento