Esame di Stato 2014: per il tema di italiano i maturandi sperano in Facebook

Al via la sessione di esami per gli studenti italiani, si parte lunedì 16 con la riunione dei commissari esterni

esame-di-maturità

Risolti i problemi tecnici. I problemi che hanno coinvolto in questi giorni il sistema formativo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca sono stati risolti e non mettono a rischio l’esame di Maturità che partirà regolarmente la prossima settimana. Né è a rischio, l’avvio del prossimo anno scolastico.
Il 10 giugno infatti è stata ripristinata la funzionalità del sito internet, rendendo di nuovo disponibili tutte le sezioni informative di interesse per le scuole, le famiglie, il personale amministrativo e scolastico.

Per la prima prova i maturandi sperano di poter scrivere del social network più amato dai giovani che proprio quest’anno compie 10 anni. E’ questo il risultato di una indagine che Studenti.it – un sito internet che fornisce varie informazioni tutte riguardanti la scuola e con migliaia di studenti registrati – ha condotto tra i suoi utenti, a cui hanno partecipato circa mille maturandi.

Dai dati emerge infatti che la traccia su Facebook è stata scelta dal 43% dei maturandi, mentre al secondo posto troviamo Nelson Mandela e l’apartheid con il 21% delle preferenze. Al terzo posto le catastrofi ambientali con il 17% dei voti, in quarta posizione con il 12% delle preferenze un tema sull’’Europa, mentre una traccia sul Nobel della letteratura Gabriel Garcìa Màrquez, sembrerebbe preferita solo dall’8% dei ragazzi.

L’Esame di Stato, che si svolge al termine del primo e del secondo ciclo di istruzione, è un traguardo fondamentale del percorso scolastico dello studente ed ha lo scopo di valutare le competenze acquisite al termine del ciclo degli studi.

In particolare per il primo ciclo le prove scritte sono tre, scelte dalle singole commissioni d’esame, oltre a una prova scritta, uguale per entrambi i cicli a carattere nazionale, per l’italiano e la matematica. Anche Per il secondo ciclo le prove scritte sono tre (le prime due a carattere nazionale, la terza dalle singole commissioni d’esame) ma in questo caso, la prima è comune a tutti gli indirizzi di studi, mentre la seconda è specifica per l’indirizzo frequentato.

Agli scritti segue un colloquio. Per il primo ciclo ha un carattere pluridisciplinare. Per il secondo ciclo si svolge sulla base degli obiettivi specifici di apprendimento del corso ed in relazione alle discipline di insegnamento dell’ultimo anno. Queste le date sia delle prove scritte sia di quelle orali.

16 giugno. Presidente e commissari esterni delle due classi abbinate, unitamente ai membri interni delle classi si riuniscono in seduta plenaria. Appuntamento ore 8,30.
18 giugno. Prova d’esame scritto di Italiano. Inizio ore 8.30.
19 giugno. Seconda prova (scritta, grafica o scritto-grafica), che coinvolge una materia specifica del proprio corso di studi. Inizio ore 8.30.
23 giugno. Terza prova scritta, stabilita dalla scuola sulla base delle proposte dei singoli componenti. La durata della prova è decisa dalla stessa commissione. Per i licei artistici e istituti d’arte la prova può svolgersi anche in due giorni. Inizio ore 8.30.
24 giugno. Quarta prova scritta. La prova si effettua:

  •  nei licei ed istituti tecnici presso i quali è presente il progetto sperimentale ESABAC, disciplinato dal decreto ministeriale 8 febbraio 2013, n.95 alle disposizioni del quale si rinvia per tutti gli aspetti specifici non disciplinati dalla presente Ordinanza;
  •  nei licei con sezioni ad opzione internazionale spagnola, tedesca e cinese.

Ciascuna commissione stabilisce autonomamente il diario delle operazioni finalizzate alla correzione e valutazione delle prove scritte.
Per gli orali si partirà a luglio con le seguenti date:
1 luglio. Prima prova suppletiva. Ore 8.30
2 luglio. Seconda prova suppletiva. ore 8.30. Con eventuale prosecuzione, per gli esami nei licei artistici e negli istituti d’arte
3 luglio. Terza prova suppletiva.
4 luglio. Quarta prova scritta, per gli istituti interessati. Le prove nei casi previsti, proseguono nei giorni successivi, ad eccezione del sabato; in tal caso le stesse continuano il lunedì successivo.

Lascia un commento