In Italia natalità in calo: -3,7% nel 2013, la Campania tiene

Uniche eccezioni positive a Bolzano, Trento ed in Campania

calo nascite16 giugno – L’Istat ha rilevato un preoccupante calo della natalità in Italia: nel 2013, le nascite sono risultate infatti pari al 3,7 % in meno rispetto allo storico degli ultimi anni. Secondo le stime, al 31 dicembre 2013 risiedono in Italia 60.782.668 persone, tra cui ci sono più di 4milioni e 900mila (8,1%) di cittadinanza straniera.

Il calcolo dell’Istat è stato effettuato a partire dal censimento registrato nel 2011 sommando alla popolazione legale del 9 ottobre 2011 il movimento anagrafico del periodo 9 ottobre-31 dicembre 2011, aggiungendo poi quello degli anni 2012 e 2013. Dai dati emerge chiaramente che nel corso del 2013 la natalità abbia avuto una crescita molto modesta, pari solo a 30 mila unità (+0,1%); durante il 2013, sono state infatti registrate 20 mila nascite in meno rispetto all’anno precedente.

Il saldo naturale della popolazione, dato dalla differenza tra nascite e morti, ha così determinato un picco negativo mai raggiunto prima, e persino più elevato rispetto a quello registrato nel 2012.

Per la prima volta, la diminuzione ha interessato anche la natalità straniera: i dati rilevano infatti un’inflessione negativa pari a -2.189 nascite.

Unici dati positivi sono stati invece registrati nelle province autonome di Trento e Bolzano ed in Campania.

Intanto, è in continuo aumento l’emigrazione italiana, prevalentemente all’estero e verso le regioni del Nord, mentre diminuisce l’immigrazione straniera.

Lascia un commento

14 − 14 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.