Champions League: le ultime quattro gare degli ottavi. Il Bayern passeggia, Inter e Napoli sono fuori.

Le restanti partite, valevoli per il ritorno degli ottavi di finale, tra Martedì 13 e Mercoledì 14 Marzo, hanno visto soccombere le italiane Inter e Napoli, mentre Real Madrid e Bayern di Monaco superano agevolmente gli avversari, nonostante i risultati dell’andata.

Il calcio francese guadagna terreno con la vittoria del Marsiglia ed il Chelsea di Abramovich, grazie alla vecchia guardia, recupera nella massima competizione europea e resta in corsa.

Riviviamo i quattro incontri. Il Bayern Monaco di Jupp Heynckes, dopo la sconfitta dell’andata, nella gara di ritorno allo stadio “Allianz Arena” regala bel gioco, spettacolo e si libera del Basilea con un roboante 7-0 che dimostra tutta la superiorità tecnico-tattica della squadra tedesca, evidentemente vittima di una giornata no in quel di Basilea. La gara inizia subito bene per i bavaresi che passano con Robben dopo undici minuti; sul finire della prima frazione di gioco, combinazione micidiale Muller-Gomez e nel giro di tre minuti il Bayern si trova sul 3-0. La ripresa è solo spettacolo. La formazione di casa regala altre quattro reti ai propri tifosi ed il Basilea inerme, deve assistere alla quaterna personale di Gomez, che conclude in rete al 50’, al 61’ ed al 67’; la rete del definitivo 7-0 porta la firma di Robben autore di una doppietta.

L’altro match di Martedì, giocato allo stadio “Meazza” di Milano, offre la possibilità alla squadra francese del Marsiglia di fare un passo in avanti in Champions. La prestazione degli uomini di Ranieri, sin dai primi minuti di gioco è grintosa, lucida ed aggressiva. Il Marsiglia soffre. L’Inter attacca a spron battuto e la squadra transalpina subisce l’impeto dei nerazzurri. Il ritmo imposto dalla squadra di casa e le diverse occasioni da gol non portano i frutti sperati, almeno nel primo tempo. La seconda parte di gara regala tante emozioni e la delusione ai tifosi interisti. Le continue offensive di Pazzini e compagni vengono giustamente premiate al 75’, quando l’argentino Milito deposita alle spalle dell’estremo difensore marsigliese. Come all’andata, però, l’Inter subisce la beffa a tempo scaduto. Azione di rimessa e Brandao mette a segno il gol qualificazione. Un minuto più avanti, in pieno recupero, non ha significato il gol di Pazzini su calcio di rigore, il 2-1 non basta a passare il turno.

Nella serata di Mercoledì, il Real Mardrid di Mouriño piega agevolmente la formazione russa del CSKA di Mosca. All’andata, sul terreno freddo ed insidioso di Mosca il risultato era stato fissato sull’1-1. Nel ritorno, non c’è stroria: il 4-1 finale permette ai “blancos” di accedere ai quarti. Le reti spagnole vengono realizzate da Higuain, Ronaldo (doppietta) e Benzema; il gol della bandiera per il CSKA porta la firma di Tosic.

Nell’incontro di “Stanford Bridge” si è assistito ad una vera battaglia, condita da grinta, agonismo e passione. I “Blues” del neo tecnico Di Matteo erano chiamati a ribaltare il risultato dell’andata, 3-1 per i partenopei. Il Chelsea dimostra da subito la propria fame di vendetta ed il gioco duro degli inglesi, talvolta viziato da falli, ha la meglio. Il Napoli non offre una gara di alto livello e solo il cuore non basta. Non brillano i tenori azzurri, l’esperienza dei “senatori” londinesi fa il resto. Dopo 120 minuti di palpitazioni è il Chelsea a passare ai quarti di finale, eliminando il Napoli di Mazzarri, che aveva fatto passi da gigante nella competizione. Nel primo tempo passano i “Blues” con Drogba; ad inizio ripresa arriva il 2-0 firmato da Terry. La scossa azzurra si concretizza nel gol di Inler che illude la platea partenopea. Le successive reti di Lampard su rigore e di Ivanovic alla fine del primo tempo supplementare, chiudono il conto.

Delusione Italia che perde due protagoniste dla massimo palcoscenico europeo; resta in gioco il Milan e si attendono gli esiti degli accoppiamenti per l’euro rivale.

Al termine delle gare di ritorno degli ottavi, le formazioni che procedono in avanti sono: Real Madrid, Barcellona, Benfica, MILAN, Apoel Nicosia, Olympique Marsiglia, Bayern Monaco, Chelsea.

Lascia un commento

due × tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.