A New York presentata l’edizione 2014 del Napoli Pizza Village

Nella Grande Mela l’Associazione Pizzaiuoli Napoletani ha illustrato a tour operator e agenzie di viaggio americane la partnership con il vettore aereo Meridiana Fly

da sx Vice console italiano Dino Sorrentino, pres. NPV Sergio Miccù e direttore operativo Nord America Meridiana Dino FavanoNew York, 21 giugno – Trend sempre più internazionale per la manifestazione Napoli Pizza Village – in programma a Napoli sul lungomare Caracciolo dal 2 al 7 settembre 2014 – grazie alla partnership con la compagnia aerea Meridiana Fly. L’iniziativa è stata presentata ieri a New York nel corso della conferenza stampa, che si è svolta al The Michelangelo Star Hotel, alla quale hanno partecipato numerosi tour operator e agenzie di viaggi americane.

Dino Favano, Direttore operativo Nord America di Meridiana Fly, ha illustrato la nuova partnership che prevede la possibilità di biglietti a prezzi scontati sui voli per i pacchetti viaggio che saranno organizzati dai tour operator americani e che prevedono la partecipazione dei viaggiatori al Napoli Pizza Village.

“Abbiamo firmato un accordo importante con gli organizzatori del Napoli Pizza Village che consideriamo un evento di grande respiro internazionale – ha affermato Dino Favano -. Meridiana ha implementato il traffico con Napoli portando i voli a 4 rotazioni settimanali con un incremento passeggeri da New York a Napoli pari al 50%, mentre nella tratta inversa registriamo una crescita di transiti del 20%. Con questo evento intendiamo perciò offrire a settembre ed ottobre tariffe molto particolari con promozioni tra i 650 e gli 850 dollari”.

Dunque da quest’anno all’evento, che viene definito come la pizzeria all’aperto più grande del mondo, grazie ai suoi 30.000 metri quadri ed alla presenza di ben 45 tra le pizzerie storiche napoletane, interverranno anche molti americani che potranno così degustare il piatto più famoso della cucina partenopea.

All’incontro hanno partecipato il vice Console italiano a New York Dino Sorrentino e il direttore ENIT nord America Eugenio Magnani, che hanno elogiato l’azione fortemente voluta dall’Associazione Pizzaiuoli Napoletani.

Napoli Pizza Village è un evento importante perché ricorda a molti americani che la pizza è nata a Napoli, qui in America oramai in molti iniziano a credere che sia un prodotto locale – ha scherzato il vice Console italiano Dino Sorrentino, che ha poi proseguito – Questa manifestazione è una maniera ulteriore per promuovere la città di Napoli che ha anche grandi realtà monumentali e storiche oltre, ovviamente, a località turistiche vicine come Ischia, capri, Positano, Sorrento solo per citarne alcune. Come diplomatico non posso che supportare le iniziative che promuovono un intero territorio, perché Napoli è la patria della pizza ma nel mondo è l’immagine culinaria italiana”.

Lascia un commento

quattordici + diciannove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.