Una settimana da brivido insieme ai fantasmi di Napoli

Al via l’evento del comune di Napoli: “Fantasmi a Napoli, percorsi turistici e culturali tra sacralità e esoterismo”

fantasma-sposa-napoliNapoli, 22 giugno – Nella cultura popolare napoletana, i fantasmi e i personaggi misteriosi hanno sempre avuto un’importanza fondamentale. Tra tutti i miti partenopei narrati, il munaciello, che in napoletano significa “piccolo monaco”, è il personaggio esoterico più noto. Temuto e nominato molto dal popolo campano, uno spiritello bizzarro che si comporta sempre in modo imprevedibile e sul quale sono sorte infinite leggende metropolitane e detti popolari. Al suo comportamento dispettoso spesso si accompagnano benevoli “lasciti” in moneta. In questi casi è d’obbligo non raccontare l’accaduto a nessuno, altrimenti scatenerà la sua ira nei confronti della persona direttamente coinvolta. Non è raro un suo comportamento lascivo nei confronti delle giovani e belle donne.

E’ appunto grazie a questa cultura popolare e per renderle omaggio che la Fondazione Forum Universale delle Culture e l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli hanno promosso: “Fantasmi a Napoli, percorsi turistici e culturali tra sacralità e esoterismo“, eventi, reading, proiezioni, performance, spettacoli, mostre, visite guidate ai fantasmi e ai misteri di Napoli.

Le numerose iniziative che si svolgeranno dal 21 al 27 giugno, prederanno vita dalle 21:00 alle 24:00 dal loggiato del Maschio Angioino e dal colonnato di piazza del Plebiscito.

La  kermesse è stata realizzata con la collaborazione dell’Accademia delle Belle Arti e di decine di istituzioni ed associazioni culturali, soggetti pubblici e privati.

L’Assessore alla cultura del comune di Napoli Nino Daniele ha così commentato l’evento: ”Devo constatare che il risveglio operoso teso a favorire la ripresa della promozione culturale e turistica della città sembra interessare anche gli spiritelli e i monacielli di Napoli, che insieme a molti soggetti ed associazioni culturali, hanno voluto farsi partecipi della nostra iniziativa, per arricchire ancora il calendario estivo della nostra città di tanti appuntamenti suggestivi e interessanti e consentire a napoletani e turisti di scoprire aspetti di Napoli ancora poco noti”.

Lascia un commento

diciotto + quindici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.