Titoli di Coda, ciak alla Controra. La band presenta l’album d’esordio, “Stanza 223”

La band che si ispira al cinema si presenta con un evento live. Ospiti Pino Tafuto al piano e Gianfranco Campagnoli alla tromba

titoli di codaNapoli, 25 giugno – Titoli di Coda, ciak alla Controra. La band che si ispira al cinema presenterà l’album d’esordio, “Stanza 223”, giovedì 26 giugno alle ore 19:00 nei giardini della Controra Hostels, P. tta Trinità alla Cesarea, 231 (Zona Salvator Rosa). Nel corso dell’evento il trio partenopeo, composto da Marco D’Anna (cantautore, autore, chitarra), Irene Scarpato (voce, autrice) e Alberto Santaniello (autore, chitarra), si esibirà in una performance live con l’esecuzione di alcuni brani tratti dal disco (uscito a maggio 2014) tra cui una cover di Battisti/Mogol.

Per l’occasione gli spazi all’aperto dell’Ostello Internazionale di Salvator Rosa saranno allestiti come un set cinematografico, con rimandi a film famosi e attrezzature dedicate alla Settima Arte.  Ad accompagnarli ci saranno due nomi importanti del panorama musicale italiano come Pino Tafuto storico collaboratore di Nino Buonocore e Gianfranco Campagnoli al seguito di Mario Biondi, Edoardo De Crescenzo e Franco Califano. Fu proprio Nino Buonocore nel 2011 a credere nei Titoli di Coda quando la band partecipò a un workshop di songwriting diretto dallo stesso Buonocore che oggi dice di loro: “Io forse sono bravo ad accendere le micce, ma l’esplosivo lo avevate già e credo ben prima di conoscerci!”

Partendo dalla scena cantautorale italiana, la band, fonde atmosfere e armonie della musica moderna: dal jazz alla fusion fino a una sensibile attenzione all’elettronica. Il risultato è una piacevole melodia, che resta nelle orecchie, impreziosita da un videoclip del singolo “Se poi cadesse il mondo” (oltre 3000 visualizzazioni in meno di un mese), diretto da Riccardo Marchese, ben costruito e ricco di suggestioni cinematografiche. Come si evince dal nome della band infatti, i Titoli di Coda approdano nell’universo discografico dopo lunghi studi sulle note e le immagini  del mondo del cinema. La finalità è proporre musica leggera in lingua italiana senza dimenticare un DNA legato alla tradizione con un risultato dalle intriganti sfumature.

L’album Stanza 223 è stato prodotto nel corso di quattro anni, durante i quali la band ha lavorato parallelamente in studio e sulla scena live campana e nazionale. Titoli di Coda, un progetto musicale che nasce nel 2009, si aggiudica nel 2013 il premio per la migliore composizione e il miglior testo consegnato dal Maestro Mogol a Torino nel corso della rassegna “Senza Etichetta”, nello stesso anno trionfa al premio Bruno Lauzi di Anacapri, di cui saranno ospiti anche nella prossima edizione 2014.

Stanza 223, etichetta Full Heads, è disponibile nei negozi di dischi con distribuzione a cura di Audioglobe (tra i punti vendita: Feltrinelli, Ricordi, Media World e Saturn) e in distribuzione digitale su iTunes, Spotify, Amazon.com.

Lascia un commento

diciotto − cinque =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.