La classifica delle migliori Università del Sole 24 Ore boccia il Sud

Come ogni anno, il “Sole 24 Ore” stila una classifica delle università italiane. E sono bastonate per gli atenei del Mezzogiorno.

SulSoleLeClassificheLe Università settentrionali sarebbero le migliori. Al primo posto ci sono Verona e Trento, pari merito, seguite dal Politecnico di Milano; mentre alle Università di Palermo e Napoli Parthenope spettano le ultime due posizioni. Il solo ateneo del Mezzogiorno presente nella prima parte della classifica è l’Università di Salerno, che si posiziona al 22esimo posto.

34esima l’Università di Foggia, insieme all’Orientale di Napoli che scala la classifica, partendo dalla 57esima posizione del 2012. Sorte inversa tocca alla Federico II: nella classifica del 2012 occupava il 38esimo posto, oggi si deve accontentare della 56esima posizione.
Il “Vesuvio Live” fa però notare che i fattori attraverso cui è stata compilata la classifica tengono poco conto dell’effettiva preparazione dei docenti e degli studenti e che gli indicatori sui quali si è basata l’indagine condotta dal Sole 24 Ore riguardano la sostenibilità, le possibilità di studio all’estero, gli stage, le borse di studio, la capacità occupazionale, nonché quella di attirare fondi per la ricerca.

Se le Università meridionali scontano il divario economico tra Nord e Sud, lo stesso non può però dirsi per gli studenti. Secondo uno studio di Almalaurea, quelli del sud sono i più preparati. I criteri su cui si è basata la ricerca del Sole 24 Ore sarebbero, dunque, relativi, ma è innegabile che le Università del sud necessitino di un cambio di rotta. Decidere se restare ancorate al passato e a una politica fatalista o se proiettarsi con maggiori investimenti e convinzione verso una Università non per forza prima in classifica, ma, quantomeno, al passo coi tempi.

Lascia un commento