Ventottesima di serie A: Milan e Juve non mollano, Lazio cade a Catania, Udinese e Napoli al quarto posto.

Con il posticipo del Lunedì, disputato allo stadio “Olimpico” di Roma, tra la formazione capitolina di Luis Enrique e il Genoa, si chiude la nona giornata di ritorno del campionato di massima serie. Nel lungo week-end abbiamo assistito alle vittorie delle prime due della classe, Milan e Juventus, al capitombolo della Lazio sul terreno del Catania ed il pareggio tra Udinese e Napoli, che si contendono punti importanti in chiave Champions League.

I due anticipi di Sabato 17 Marzo, hanno visto le formazioni di testa proseguire la battaglia a distanza per contendersi il primato: Il Milan, al “Tardini” di Parma, contro i ducali, vince agevolmente, dominando la partita ed imponendosi con un pulito 0-2 con le reti firmate dal solito Zlatan Ibrahimovic su rigore ed Emanuelson, che chiude la partita nella ripresa.

La formazione bianconera allenata da Antonio Conte, si sbarazza della Fiorentina al “Franchi” di Firenze, chiudendo il match in goleada. Il festival del gol degli ospiti prende il via con Vucinic, poi, favoriti dall’espulsione del viola Cerci, i torinesi dilagano e vanno in gol con Vidal, Marchisio, Pirlo e Padoin, che chiude il match al 72° con lo 0-5 finale.

Nelle gare domenicali si mette in mostra il Cagliari, che proveniente dalla sonante sconfitta del “San Paolo”, vince per 3-0 sul campo dell’ormai condannato Cesena. Bella tripletta di Pinilla, che realizza anche due calci di rigore accordati ai sardi per gioco falloso della difesa di casa.

Si dividono la posta in palio, Bologna e Chievo Verona, impegnate nello scontro del “Dall’Ara” a contendersi punti importanti per un piazzamento in zona europea della classifica. Finisce 2-2 con le marcature di Di Vaio e Diamanti per i padroni di casa e di Andreolli e Thèrèau per gli ospiti clivensi.

Continua il momento negativo della Lazio di Edy Reja, che esce sconfitta dal “Massimino” di Catania per 1-0, grazie al gol realizzato da Legrottaglie a dieci minuti dal termine.

L’Inter di Moratti, conferma la propria condizione poco felice impattando per 0-0 contro l’Atalanta allo stadio “Meazza”. Confermato anche il periodo no di Milito che fallisce nuovamente il calcio di rigore che avrebbe regalato la vittoria al nerazzurri.

Sul terreno del Lecce, il Palermo guadagna un punto positivo per la propria classifica, pareggiando con il risultato di 1-1; la rete dei leccesi viene messa a segno da Di Michele su calcio di rigore, mentre il gol del pareggio giunge dai piedi di Muñoz.

Il Siena di Sannino, evidentemente distratto dalla gara di Mercoledì 21 di Coppa Italia contro il Napoli, cade in casa contro il Novara che sfrutta la domenica favorevole e si impone con il risultato di 0-2. Le marcature portano la firma di Rigoni e Porcari sul finire di gara.

Il posticipo domenicale tra Udinese e Napoli ha regalato una gara avvincente piena di colpi di scena. I friulani capitanati da Di Natale, si portano in vantaggio di due gol con le realizzazioni di Pinzi e Di Natale, ma approfittando della superiorità numerica dovuta all’espulsione di Fabbrini, gli azzurri prima falliscono un rigore con Cavani e poi agguantano il pareggio nel finale con una doppietta proprio del Matador. Finisce 2-2 e Napoli ed Udinese restano aggrappate alla quarta posizione in classifica alle spalle della Lazio.

L’ultima partita della giornata calcistica, ha avuto luogo nella capitale, con protagonista la squadra giallorossa di Totti e compagni opposta alla formazione rossoblu del Genoa. Decide un gol di Osvaldo dopo appena 3’, che regala la vittoria alla propria squadra che si piazza immediatamente dietro ad Udinese e Napoli.

La classifica di serie A dopo il turno conclusosi nella serata di Lunedì, vede il Milan sempre in testa con 60 punti, a quattro lunghezze segue la Juventus; subito dietro la Lazio che nonostante la sconfitta resta salda al terzo posto con 48 punti. Udinese e Napoli condividono la quarta posizione a 47 punti, segue la Roma con 44, Inter e Catania 41; Bologna 36, Palermo e Chievo 35; Atalanta e Cagliari 34; Genoa 33, Siena e Fiorentina 32; Parma 31, Lecce 26, Novara 23, Cesena 17.

La classifica marcatori è guidata da Ibrahimoivic (Milan) con 20 gol; Di Natale segue con 19 marcature. La doppietta di Udine, regala a Cavani (Napoli) il terso posto il solitaria nella graduatoria con 18 centri. Più in basso troviamo Denis (Atalanta) a 15, Palacio (Genoa) e Milito (Inter) a 14, Klose (Lazio) 13 realizzazioni; Jovetic (Fiorentina) 12, Miccoli (Palermo) e Calaiò (Siena) a 11.

Verdetti quasi ufficiali per Novara e Cesena, che hanno già un piede in serie B; si complica la vita il Lecce ed il Parma rischia di essere risucchiato nelle zone caldissime della classifica. Non va bene alla Fiorentina di Delio Rossi, che insieme al Siena viaggia in una posizione di scarsa tranquillità. Punti importanti della Roma, del Catania e del Bologna, che si avvicinano alla zona Europa League.

Lascia un commento

17 + otto =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.