Pillole di calcio, 20 marzo. FEDE, SPERANZA E VOLONTA’.

SCARAMANZIA. «Ho dalle 100 alle 200 cravatte gialle» (Adriano Galliani al suo primo giorno su twitter).

FEDE. «I miracoli possono continuare ogni giorno. Calcisticamente e fuori dal rettangolo di gioco. Se ti abbandoni a Dio, lui non ti abbandona mai» (Nicola Legrottaglie, prima stagione al Catania).

MIRACOLI. «A Catania per esempio Ciro Capuano ha cominciato un percorso di conversione. E ce n’è un altro meno conosciuto in Lega Pro». (Nicole Legrottaglie).

MIRACOLI-2. «Il Barcellona? Batterlo è il nostro obiettivo, non abbiamo paura. Spero si possa arrivare al livello del Barça in Europa nei prossimi 15 giorni…». (Adriano Galliani).

SPERANZA. «La semifinale contro il Milan è la partita più importante dell’anno ed è giusto che la giochi Del Piero. Mi aspetto da lui grande carisma, esperienza e voglia di vincere. Sarà la sua notte». (Antonio Conte al primo anno sulla panchina della Juventus).

SALUTE-1. “Riprenditi in fretta Muamba” (messaggio sulla maglia del Real Madrid).

SALUTE-2. «Avrei potuto fare meglio, ma faticavo a respirare, però la Juve non me la perdo» (Zlatan Ibrahimovic, capocannoniere della Serie A).

SALUTE-3. «Avete letto di Batistuta? I club dovrebbero pensare a prevenire gli infortuni dei loro campioni. Anche nel loro interesse» (DamianoTommasi, presidente dell’AIC) pensando al fuoriclasse argentino che, ad appena 43 anni, non riesce più a correre.

VOGLIA. “Non ho un’idea di calcio, ma una voglia. La voglia che in campo accada ciò che preferisco. Vincere o perdere non è la stessa cosa. Però nessun successo rende immune” (Marcelo el loco Bielsa, al primo anno sulla panchina dell’Atletico Bilbao).

FORTUNA. “Arriviamo a 200mila followers…e poi a 2 fortunati regalerò la mia maglia della Champions League…vi abbraccio” (Pocho Lavezzi sul suo profilo twitter)

Lascia un commento

17 − 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.