Il sindaco De Magistris con otto Sindaci italiani sottoscrive l’appello per modificare le norme Imu.

Sono nove in tutto i sindaci che rivolgono al governo Monti un appello sottoscritto in merito all’esigenza di modificare la disciplina dell’Imu, la norma del decreto che sottopone a tassazione Imu tutti i beni di proprietà del comune che erano esenti dall‘Ici e dall’Imu a regime prevista dal d.lgs. n.23/2011 sul federalismo municipale.

L’appello è stato promosso dal sindaco di Bologna, Virginio Merola rivolto a tutte le città italiane per ottenere l’esenzione Imu sui beni del comune. A tale appello hanno aderito e sottoscritto i sindaci: Michele Emiliano – sindaco di Bari, Massimo Zedda – sindaco di Cagliari, Matteo Renzi – sindaco di Firenze, Giuliano Pisapia sindaco di Milano, Luigi De Magistris – sindaco di Napoli, Piero Fassino – sindaco di Torino, Roberto Cosolini – sindaco di Trieste, Gianni Alemanno – sindaco di Roma e Giorgio Orsoni – sindaco di Venezia.

”Con questa norma i Comuni avranno l’obbligo di versare allo Stato il 50% del relativo gettito e, per l’altra meta’, vedranno ridursi ulteriormente il fondo sperimentale di riequilibrio, gia’ oggetto di ripetuti tagli. I Comuni dovranno pagare allo Stato l’ Imu sulle case popolari di loro proprieta’; la stessa cosa dovranno fare i vari Istituti case popolari presenti nei Comuni italiani. Si tratta di una norma profondamente ingiusta che toglie ulteriori risorse ai Comuni e mette in ulteriore grande difficolta’ gli enti locali che hanno maggiormente investito sulle politiche per la casa. E’ questo il caso dei grandi Comuni che hanno un cospicuo patrimonio di edilizia residenziale pubblica.”

Questa è la nota resa pubblica dai sindaci. Tutti d’accordo nel ritenere che questa normativa è completamente ingiusta perchè toglie ulteriori risorse ai Comuni oltre a creare notevoli difficoltà agli enti locali che sono i maggiori investitori sulle politiche per la casa. un appello, rivolto al governo, che abbraccia tutte le esigenze economiche che i Comuni devono affrontare in un periodo di crisi piuttosto duro per tutta l’Italia, ma è ancora incomprensibile perchè la stessa tassa, ogni sindaco, la pretende da tutti i cittadini.

2 thoughts on “Il sindaco De Magistris con otto Sindaci italiani sottoscrive l’appello per modificare le norme Imu.

    1. Caro Jo, non me la prendo con il governo soltanto perchè conosco il debito statale. Sono convinta che si possa apportare modifiche a favore del popolo ma anche che le casse nazionali hanno bisogno di denaro per evitare il default.Purtroppo il pericolo incombe, ci siamo molto vicini. Basta osservare lo spread altalenante di questi giorni. Grazie per il commento 🙂

    1. Caro Jo, non me la prendo con il governo soltanto perchè conosco il debito statale. Sono convinta che si possa apportare modifiche a favore del popolo ma anche che le casse nazionali hanno bisogno di denaro per evitare il default.Purtroppo il pericolo incombe, ci siamo molto vicini. Basta osservare lo spread altalenante di questi giorni. Grazie per il commento 🙂

Lascia un commento

5 × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.