Il “Califfo” decreta l’infibulazione per tutte le donne nello Stato Islamico

Lo prevede ‘decreto’ del ‘califfo’ al Baghdadi

califfoCon un decreto promulgato dall’autoproclamato “califfo” Abu Bakr al Baghdadi dichiara che tutte le donne appartenenti allo stato Islamico, che si estende da Aleppo in Siria a Mosul in Iraq, devono subire l’infibulazione.

Il decreto è datato 21 luglio, presenta numerosi errori tipografici e si basa su presunte affermazioni attribuite al Profeta Maometto, ma in realtà queste pratiche non sono menzionate nel Corano.

Non può essere verificata l’autenticità del decreto, ma pare che già 28 ragazzine abbiano patito questa sorte nei giorni scorsi. A dare questa notizia è Souad Sbai, giornalista e scrittrice italo-marocchina, citando fonti di stampa arabe tra cui CoptsToday.

Il testo è stato elaborato – questa sarebbe la motivazione – per proteggere lo Stato islamico, in Iraq e nel Levante, dal peccato e il vizio tra gli uomini e le donne.

One thought on “Il “Califfo” decreta l’infibulazione per tutte le donne nello Stato Islamico

  1. Vizio tra gli uomini e le donne.

    Sembra la base per un film ma purtroppo è reale.

    Io credo che i diritti umani debbano essere per tutti. Il boicottaggio economico quanto meno potrebbe aiutare ma l’Occidente e non solo s’intende preferisce far finta di niente. Attenzione che certe scelte fanno da base per formazione di opinione. La libertà della donna deve essere uguale a quella dell’uomo. Diversamente non è libertà.

Lascia un commento