Cessate il fuoco: il sì di Hamas alla proposta di tregua

Guerra a Gaza, c’è il si di Hamas alla proposta di tregua. Il numero delle vittime sale a 800

hamas tregua25 luglio – È stato riferito al quotidiano arabo Al-Hayat che Hamas ha acconsentito al cessate il fuoco proposto dal segretario di stato Usa John Kerry. La proposta, prevede una settimana a partire da sabato. Durante questo periodo di tempo, le parti, grazie alla mediazione internazionale, comincerebbero a negoziare su punti di sicurezza, economici e politici per un accordo duraturo. Hamas ha chiesto garanzie sul rilascio dei detenuti e l’estensione dei diritti di pesca.

Intanto proseguono i lanci di razzi. Hamas ha affermato di aver lanciato tre missili di tipo M75 alle 11:45 locali (le 10:45 in Italia) verso l’aeroporto internazionale Ben Gurion di Tel aviv. Ma il sistema antimissili Iron Dome ha intercettato quattro razzi sull’area grande di Tel Aviv e zone vicine a nord della città.

Il bilancio delle vittime è salito a 800 morti dall’inizio dell’operazione israeliana nella striscia di Gaza. A far salire il numero dei morti è stato un colpo di artiglieria israeliano che ha distrutto una casa a Khan Yunis, nel sud della Striscia, uccidendo una persona.

Oggi in Israele si riunisce il Gabinetto di sicurezza per discutere sull’operazione a Gaza e su un possibile cessate il fuoco umanitario. L’appuntamento col vertice è stato spostato dalle 13.30 alle 15.00 ore locali.

Tra i punti avanzati da Kerry è  prevista  l’attiva partecipazione dell’Autorità nazionale palestinese. Durante questa tregua di una settimana le forze israeliane non lascerebbero del tutto la Striscia. Infatti, le parti si incnotrerebbero al Cairo per confrontarsi. Gli Stati Uniti, il segretario generale dell’Onu e l’Unione Europea si farebbero garanti con entrambe le parti che i negoziati riguarderanno temi essenziali. Per Israele, il disarmo dei razzi di Gaza e dei tunnel. Per Hamas, la fine del blocco e la ricostruzione dei danni che la Striscia ha subito durante le operazioni.

Ahmed Davutoglu, ministro degli Esteri turco ha annullato una visita in Francia ed è partito per il Qatar, dove discuterà di una possibile tregua tra Israele e Hamas a Gaza.

Lascia un commento

quattro × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.