Napoli-Roma mai più di sera e se serve a porte chiuse

Dopo la morte del tifoso partenopeo, Ciro Esposito, si tenta di correre ai ripari.

napoli romaNapoli-Roma si disputerà solo di giorno. Dopo gli scontri tra ultras delle due tifoserie e la sparatoria nell’attesa della finale di Coppa Italia disputata all’Olimpico, dove Ciro Esposito ha perso la vita, arriva la decisione dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive ha chiesto alla Lega Calcio “di prevedere che le gare tra le squadre di Napoli e Roma ed i derby romani siano collocati in orario diurno”. La nota è stata diffusa dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza. 

Per tutti i match ritenuti a rischio, posticipi e anticipi, saranno discussi di volta in volta tra l’Osservatorio e le Leghe calcistiche competenti. L’obiettivo è condividere informazioni e decisioni per la salvaguardia della sicurezza dei cittadini.

Già nei giorni scorsi era arrivato l’avvertimento del Prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, sulla necessità di far disputare le partite a rischio solo di giorno: “Match solo di pomeriggio, e se serve a porte chiuse” – la richiesta di Pecoraro.

Lascia un commento