Giugliano set cinematografico di “Nel nome del Padre”, scatto di orgoglio nella difficile realtà partenopea

Il regista Gargiulo: il film sarà motivo di orgoglio, non di rassegnazione.

nel nome del padreNapoli, 5 agosto – Partiranno a settembre, tra la Città di Giugliano in Campania e il litorale Domitio, le riprese di “Nel nome del Padre”, opera prima del giovane regista partenopeo Gabri Gargiulo e del produttore esecutivo Vincenzo Ferraro. Il film, vuol essere una rappresentazione realistica del contesto sociale partenopeo, lanciando al contempo un messaggio di unità e solidarietà, allo scopo di coinvolgere in maniera diretta personalità di spicco e noti imprenditori che si prodigano abitualmente per il reinserimento sociale dei minori a rischio.

“Voglia di riscatto!” Questo il messaggio chiave lanciato del giovane regista che vuole evidenziare come un film girato, diretto e prodotto interamente in zone definite a “rischio” dai media possa divenire un motivo di riscatto e di orgoglio per tutti gli abitanti, specialmente i più giovani, che sempre più spesso restano imbrigliati nella morsa dei clan camorristici. Nel contempo – ha aggiunto Gargiulo – il film vuole essere anche una risposta diversa a quella che è stata la rappresentazione del territorio Campano nelle ultime produzioni televisive.

Il rapper Shaone realizzerà la colonna sonora del film. E’ Shaone il secondo colpo messo a segno dal duo Gargiulo – Ferraro. Dopo l’accordo con il cantante neomelodico Mimmo Dany, è la volta del rapper di fama internazionale, Paolo Romano, in arte Shaone, fondatore del gruppo musicale “La Famiglia” di cui ne è anche l’autore dei testi. Disegnatore, illustratore, writer, rapper ed autore, un’artista poliedrico che interpreterà se stesso e parteciperà alla realizzazione della colonna sonora del film. Tra le preziose esperienze artistiche di Shaone spicca la collaborazione artistica con il maestro Roberto De Simone che, prosegue tuttora in diversi lavori teatrali.

Lascia un commento