Salerno accoglie la quarta nave di immigrati clandestini

Dei 703 profughi, 80 resteranno in Campania

Un momento delle operazioni di sbarco dei 1414 migranti tratti in salvo dalla nave San Giusto della Marina Militare Italiana , 5 Agosto 2014. ANSA/ LUIGI PEPESalerno, 18 agosto – Il porto di Salerno accoglie oggi il quarto sbarco di migranti clandestini recuperati in mare durante l’operazione Mare Nostrum coordinata dal ministero della Difesa congiuntamente al ministero della Salute per il controllo sanitario in merito all’emergenza ebola.

Ad accompagnare i rifugiati sulla terra ferma sono i militari della nave della Marina Militare San Giusto. L’esodo incontenibile ha interessato anche Salerno a partire dal primo luglio scorso, mentre nel giorno di ferragosto un’altra nave della Marina Militare italiana ha sbarcato a Napoli più di mille profughi, disperati in cerca della terra promessa.

Già da ieri nella Prefettura di Salerno si era insediata l’unità di crisi che ha predisposto le modalità di sbarco e le dislocazioni temporanee degli immigrati. Sono in tutto 703 le persone che via mare hanno attraversato il Mediterraneo partendo dalle coste africane. In Campania ne resteranno solo 80 mentre gli altri saranno affidati ad altri centri di accoglienza dislocati tra Piemonte, Liguria, Lombardia, Marche, Sardegna e Lazio.

“Ferragosto da record per Salerno turistica con l’approdo di quattro navi delle più importanti compagnie crocieristiche del mondo e dodicimila turisti sbarcanti. MSC Crociere che a Salerno ha fissato il suo home port, Costa Crociere, Royal Carribean e Celebrity Cruises continuano a moltiplicare gli scali con gradimento dei viaggiatori” commentava il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca qualche giorno fa sulla sua pagina facebook. Intanto mentre nella tarda serata di ieri le possenti navi salutavano il porto, la nave della Marina Militare si apprestava ad entrarvi, attraccando sullo stesso molo in cui poche ore prima il lusso faceva da padrone, facendo spazio ora alla disperazione più assoluta.

FOTO: tratta da ANSA.it

Lascia un commento