Università: è l’ora dei test d’ammissione per 6mila studenti

Test d’ingresso per i corsi di laurea triennali per infermieri, logopedisti, ostetriche, tecnici di radiologia, dietisti

test universitaNapoli, 3 settembre – Ripartono in  questi giorni i test di ammissione universitari. Tocca oggi a oltre 6000 studenti sostenere i test di ammissione ai corsi di laurea triennali in professioni sanitarie (tra cui infermieri, logopedisti, ostetriche, tecnici di radiologia, dietisti); nella giornata di ieri si sono svolti quelli per entrare alla facoltà di farmacia.

Sono 860 i posti disponibili per entrare alla Federico II su un totale di 3160 candidati-aspiranti professionisti sanitari; 905 disponibili su 2868 candidati per entrare nella Sun. I test si svolgeranno nella sede di Monte S. Angelo per l’accesso alla Federico II e alla Mostra d’Oltremare per accedere alla seconda università di Napoli (Sun).

In duemila si stanno iscrivendo alla Federico II, all’ateneo di Bari e in altre facoltà italiane di Medicina dopo i primi ricorsi accolti dal Tar del Lazio che hanno visto protagonisti gli studenti non ammessi (non avevano superato il test dello scorso 8 aprile). Il Tribunale del Lazio ha ammesso l’iscrizione in “soprannumero”; i ricorrenti potranno quindi entrare nell’ateneo dove hanno sostenuto la loro prova.

Le schede anagrafiche di ciascun candidato sarebbero dovute essere inserite in apposite buste diverse da quelle già in dotazione. Sono state invece utilizzate buste normali prive dell’ “internografia” che impedisce la lettura in trasparenza. Il Tar tuttavia non si è espresso, ha semplicemente ritenuto che in via cautelativa non si potesse negare l’iscrizione a coloro che non avevano superato il test.

La decisione del Tar è prevista da calendario per il 7 maggio 2015. Bruno Zuccarelli, presidente dell’Ordine dei medici, la definisce “una situazione caotica, per la quale alla fine gli unici a pagare sono gli studenti. Iniziare l’anno accademico con un surplus di 2000 studenti – aggiunge – creerà molti problemi organizzativi e rischia di avere ricadute su un sereno svolgimento dell’attività didattica”.

Lascia un commento

sedici − 4 =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.