SLA, diagnosi precoce grazie ad un gruppo di ricerca italiano. Dona con un SMS al numero 45502

“Un contributo versato con gusto”, il 21 settembre si terrà la giornata nazionale per sostenere la ricerca

Aisla8 settembre – Grazie agli studi condotti da un gruppo di ricerca italiano afferente all’Istituto di Scienze e Tecnologie della cognizione del Consiglio nazionale delle ricerche (Istc-Cnr) di Roma, sarà possibile diagnosticare precocemente la Sla mediante un esame di tomografia ad emissione di positroni (Pet) attraverso un tracciante analogo al glucosio. L’importantissima ricerca pubblicata su Neurology, rappresenta un passo in avanti di rilevanza straordinaria per la diagnosi precoce della malattia.

Come ha infatti spiegato Marco Pagani, il primo autore dello studio e ricercatore dell’Istc-Cnr: “questa tecnica permette di raggiungere un’accuratezza diagnostica del 95%. Finora la Sla poteva essere diagnosticata esclusivamente attraverso l’indagine clinica e con il supporto di metodiche neurofisiologiche e pertanto richiedeva un lungo periodo di osservazione. L’accelerazione e la maggiore accuratezza della diagnosi di Sla sono fondamentali oltre che per la certezza di reclutare nei trial clinici pazienti con diagnosi confermata anche per lo sviluppo di nuove terapie e per l’identificazione di possibili familiarità sulle quali intervenire precocemente”. Un risultato quindi degno di nota che fa ben sperare per il futuro.

Intanto, il 21 settembre si terrà in 120 piazze italiane la Giornata Nazionale “Un Contributo versato con gusto” per sostenere la ricerca sulla Sla. A fronte di un’offerta minima del valore di 10 euro, sarà possibile ricevere una bottiglia di vino Barbera d’Asti DOCG prodotto nelle cantine di Portacomaro e Montegrosso d’Asti. La raccolta fondi sarà destinata al progetto “Operazione Sollievo”, volto ad alleviare le sofferenze dei malati mediante il sostegno economico, il supporto per la gestione del malato e la fornitura di strumenti utili per migliore la qualità della vita dei pazienti.

Dal 1 al 21 settembre è possibile donare anche con un semplice SMS al numero 45502. In questo modo si contribuirà all’importante progetto relativo alla costituzione della prima “Biobanca Italiana”, al fine di favorire la ricerca scientifica mediante la raccolta di campioni del DNA e di cellule su cui poter sperimentare e studiare nuovi farmaci, definendo anche nuovi strumenti di prevenzione e diagnosi.

Per qualsiasi informazione e per conoscere le piazze italiane aderenti è possibile consultare il sito ufficiale Aisla.

FOTO: tratta da aisla.it

Lascia un commento