Cda Mostra d’Oltremare ed Edenlandia, situazione di stallo

Necessario un nuovo incontro del Consiglio di amministrazione per ripartire

protesta edenlandia corriereCon la firma della Convenzione tra la Regione Campania e la Mostra d’Oltremare (dello scorso 6 settembre) entra in vigore l’atto aggiuntivo per la realizzazione del “Parco Congressi del Mediterraneo” dando avvio ad una fase che punta al rilancio del polo fieristico come elemento centrale per il sistema economico-produttivo regionale. Presenti alla firma Fulvio Martusciello, consigliere del Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, alle Attività produttive e Sviluppo economico, ed Andrea Rea, ormai ex Presidente della Mostra d’Oltremare.

E’ stata sottolineata l’importanza di sbloccare un procedimento atteso da anni per la riqualificazione di un’area centrale per il territorio napoletano e dell’intera Regione Campania. Un’area del tessuto urbano, la Mostra d’Oltremare, che “riveste un ruolo chiave per la sua funzione di vetrina e attrattore nei confronti del mondo dell’impresa, del commercio e dei servizi”- così Fulvio Martusciello – “finalmente sblocchiamo un procedimento atteso da anni, diamo così il via ad un intervento strategico rientrante nel progetto di rilancio ad ampio respiro della Mostra d’Oltremare”.

Tuttavia le dimissioni dello stesso Andrea Rea (del 30 luglio scorso) complicano la riapertura di Edenlandia , il parco divertimenti storico della città, chiuso ormai da mesi e con i lavoratori in cassa integrazione. Edenlandia rappresenta una componente fondamentale per il rilancio della Mostra d’Oltremare e conseguentemente del sistema economico produttivo regionale.

È inoltre slittata nuovamente la riunione che avrebbe dovuto eleggere il nuovo Cda dopo le dimissioni di quello presieduto da Andrea Rea. “Questo stallo – afferma Massimo Taglialatela, segretario generale Uilcom Campania, l’Organizzazione maggiormente rappresentativa tra i lavoratori di Edenlandia  – può di fatto determinare il ritiro dell’unica offerta finora pervenuta“ per l’acquisizione del parco dei divertimenti di Fuorigrotta. L’acquirente interessato è l’imprenditore Mario Schiano a capo di una cordata che vorrebbe rilevare Edenlandia: “Non abbiamo notizie di nuovi incontri, nessuno ci ha informato di nulla”. L’impenditore aspetta quindi di trattare con l’ente. Appuntamento al 26 settembre, giorno di riunione del Consiglio d’Amministrazione della Mostra d’Oltremare.

Lascia un commento

sette + otto =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.