Napoli-Chievo: gli azzurri di Benitez a caccia dei tre punti e dell’entusiasmo dei tifosi

Seconda giornata di campionato. Si gioca alle 15 al San Paolo

forza napoliNapoli, 14 settembre – Dopo le due settimane di sosta per la nazionale, il Napoli riparte dalla sua bestia nera, il Chievo Verona. Anni e anni di “maledizione gialloblu” non bastano a fermare la formazione azzurra, che è alla ricerca di nuove vittorie per riconquistare il consenso e l’appoggio dei tifosi, dopo il flop della Champions’ League e i tre punti contro il Genoa guadagnati sul filo del rasoio. I numeri parlano chiaro e gli abbonamenti fin ora sottoscritti sono sotto i 6500 contro i 28000 della Juventus, al primo posto nella classifica delle tessere vendute.

Benitez ha bisogno di risvegliate ll’entusiasmo nel cuore della tifoseria azzurra, ed ha la possibilità di farlo affievolendo il mito della fatalità del Chievo-Verona con una formazione simile a quella presentata contro il Genoa.

Possibili cambiamenti potrebbero riguardare Henrique sulla destra al posto di Maggio e De Guzman in sostituzione di Inler appena tornato dal girone di qualificazione per gli Europei con la Svizzera.

Dubbio  tra Insigne e Mertens, quest’ultimo favorito, anche se non mancano le probabilità che Lorenzo Insigne entri in campo già dal primo minuto, insieme a Callejon e Higuain, ormai indispensabili per il reparto offensivo. Infine, a sostituire Ghoulam sarà Zuniga, di nuovo in forma dopo il mondiale Brasile 2014.

Per quanto riguarda la formazione gialloblu, Corini modifica qualcosa dopo la sconfitta in casa contro la Juventus: resta la difesa a quattro ma in attacco troviamo Paloschi come prima punta, preceduto da Birsa e Schelotto, adattato a trequartista.

Il Chievo punta dunque a indebolire il Napoli sulle fasce, sfruttando anche riserve come Maxi Lopez e Gennaro Sardo che in passato ha giocato brutti scherzi ai suoi colleghi campani; si pensi al girone di ritorno della stagione 2013-2014 quando, dopo quattro pareggi in una fase delicata del campionato, il Chievo umiliò in casa i partenopei.

Ad arbitrare il match Piero Giacomelli, alla quinta stagione nella Can di A e B.

Rafa Benitez è fiducioso nei confronti della sua squadra. Di seguito l’appello fatto durante conferenza stampa alla vigilia della seconda di campionato: “Tutti assieme facciamo il salto di qualità! Tutti assieme, squadra-tifosi-giornalisti,  possiamo fare grandi cose. Possiamo parlare di scudetto: se i tifosi non sono con noi perdiamo il 20 per cento. Non perdiamo energia, stiamo assieme, uniti e lottiamo fino alla fine, come è successo col Genoa. La nostra forza è l’unione”.

Lascia un commento