Pontile Nord storie di ordinaria manutenzione. Carente la sicurezza: non è stato previsto un sistema di allarme per eventuale soccorso sanitario.

Sebbene siano trascorsi circa sette anni dall’inaugurazione del Pontile Nord di Bagnoli ancora oggi saltano all’occhio carenze strutturali ed organizzative di questo braccio calpestabile sospeso sul mare. Il problema del guano dei volatili che sorvolano in special modo la punta del pontile sta diventando un problema di difficile risoluzione, infatti le deiezioni dei gabbiani restano appiccicate alla pavimentazione trasformando la passeggiata in un zigzagare tra i resti dei bombardamenti animali. La pulizia scarseggia nonostante sia indicato nel lunedì il giorno dedicato alla manutenzione che comporta la posticipazione dell’apertura.

Sul sito della società Bagnolifutura S.p.A. che gestisce il pontile sono state rese note lettere di cittadini che sollecitano provvedimenti mirati atti alla risoluzione di questo problema chiedendo la pulizia e disinfezione. La società ha risposto indicando la data del 20 marzo poi sostituita con quella del 21 marzo come quella per effettuare una pulizia speciale per l’eliminazione delle deiezioni nonostante il continuo passaggio dei volatili, ed informando che i lavori di ripristino delle fontanine saranno previsti prossimamente senza però indicare alcuna data.

Sarebbe auspicabile la messa in opera di un sistema più risolutivo verso la questione deiezioni, con dissuasori o altri mezzi che rispettino le normative degli Enti Protezionistici, preservando così sia la fauna ed un bene pubblico quale è il pontile nord altrimenti si innesca un ciclo senza fine.

Nei 900 metri di lunghezza del pontile non è stato previsto un sistema di allarme per eventuale soccorso sanitario, cosicché un atleta o chiunque transiti potrebbe rischiare di non essere soccorso in tempo, in special modo gli anziani. Anche in questo caso la società Bagnolifutura potrebbe adoperarsi per l’installazione di un dispositivo oppure un sistema di allarme per il soccorso sanitario senza dover attendere che si verifichi il “primo caso” che obblighi a risolvere la questione.

Una lacuna annosa è la totale mancanza di un riparo dal Sole. La struttura posta sul lato sinistro in direzione del mare ancora oggi non se ne conosce la destinazione finale, nonostante tutti si augurino che possa essere aperto per potersi riparare dal sole estivo o da un improvviso acquazzone invernale.
Ormai anche i due ascensori iniziano a risentire dell’usura, alternando il servizio.

Il Pontile Nord è apprezzato da coloro che lo intendono come punto di aggregazione e sportivo, mentre altri lo considerano ancora uno scempio paesaggistico non cogliendo l’opportunità di sfogo calpestabile per famiglie ed anziani. In ogni caso la gestione di manutenzione ridotta ai minimi termini è evidente, come al solito si potrebbe fare di più ma intenti ed economia obbligano i cittadini ad accontentarsi di quanto è stato dato loro la possibilità di usufruirne.

FOTO di Maurizio Esposito

Lascia un commento

13 − 6 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.