Terza edizione di OUVERTURE, il festival delle Arti (N) Contemporanee di San Leucio

Un festival completamente autofinanziato, organizzato dall’associazione Officina Teatro di Caserta con la direzione artistica di Michele Pagano

ouverturePresentato alla stampa, presso i locali della libreria La Feltrinelli di Corso Trieste, il Festival, dal 22 a 28 settembre, “occuperà” con la gioia delle arti l’incantevole borgo di San Leucio di Caserta, compreso le case, i vicoli, le vecchie cantine, proponendo una originale fruizione dei luoghi, in  simbiosi con importanti esibizioni teatrali, e, novità di  quest’anno,  in una inedita fusione con altri percorsi creativi, quali musica, danza, performance, installazioni e confronti. 40 eventi, in gran parte gratuiti,   trasformeranno  il borgo borbonico in una piccola Edimburgo ( patria del più grande festival teatrale del mondo).

Il Direttore Artistico, Michele Pagano, ha evidenziato che il Festival, ideato anni fa come festa di inaugurazione della stagione di Officina Teatro ( nel 2014/2015 14 spettacoli da Ottobre alla prossima estate) è oggi divenuto un appuntamento di riferimento per la cultura del teatro e dell’arte  in Campania; La riprova è la grandissima partecipazione al bando lanciato dall’associazione per creare, nei giorni del festival leuciano, una vetrina di  progetti e performance di compagnie che operano nel teatro d’innovazione sul territorio nazionale ed internazionale. Circa 800 i progetti arrivati, persino da Spagna, Cile ed altri paesi oltreoceano.Decine di questi protagonisti animeranno il festival,  grazie anche all’ospitalità della popolazione di San Leucio e di alcune strutture ricettive, e dal contributo logistico  della Proloco Real Sito di San Leucio presieduta da Donato Tartaglione.

Il festival vuole anche costruire nuove sinergie tra gli artisti di differenti culture, nonché la possibilità di avere un confronto diretto con operatori, critici e non ultimi gli spettatori, chiave di volta di ogni piecè artistica.

A sottolineare l’importanza di Ouverture-Festival delle Arti (N) Contemporanee per il mondo dell’arte a 360°, la testimonianza del critico d’arte Enzo Battarra: “E’ stato bello essere coinvolto nella progettazione di Ouverture, sia per l’impostazione che tende ad annullare stantii recinti  tra le varie arti, sia per la magnifica opera di coinvolgimento dei territori e della popolazione. In modo particolare, il festival offre una grande opportunità per ammirare installazioni e performance, riprendendo un filo antico della cultura casertana, già luogo di sperimentazione di performance innovative negli anni ’70 . Con Officina Teatro c’è una nuova generazione artistica che sperimenta e appassiona un pubblico sempre più vasto”. A moderare i lavori Peppe Iannicelli, giornalista di Canale 21 che ha rimarcato come Officina Teatro sperimenti il vero modello culturale che dovrebbe esserci nei nostri territori, con enti pubblici che forniscono strutture e servizi, ma non finanziamenti a pioggia malgestiti e che mettono a rischio la libertà di creare, da supportare, invece,  con il pubblico pagante e la sinergia con i privati. L’importanza del Festival, e dell’associazione Officina Teatro nel panorama culturale nazionale è testimoniata anche dalla partnership, in qualità di media partner di Teatro.it , il principale magazine online del teatro italiano.

Le location leuciane, protagoniste degli eventi che accoglieranno il pubblico, potranno essere utilizzate anche grazie all’impegno dell’amministrazione comunale di Caserta nella persona dell’Assessore ai grandi eventi Pasquale Napoletano.

Il programma completo è disponibile sul sito dell’evento cliccando qui.

Lascia un commento

diciassette + 20 =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.