Aldo Sandulli è il nuovo Preside della Facoltà di Giurisprudenza del Suor Orsola

Internazionalizzazione e Job Placement le grandi sfide della Facoltà

Aldo SandulliIl Consiglio di Amministrazione dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, su indicazione del Consiglio di Facoltà, ha provveduto alla nomina di Aldo Sandulli come nuovo Preside della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Suor Orsola Benincasa.

Una nomina di grande prestigio per l’Ateneo napoletano che mette alla guida della sua Facoltà di Giurisprudenza e del suo rigoroso progetto di studi, con l’unico corso di laurea magistrale in Giurisprudenza a numero programmato del Mezzogiorno, uno dei più illustri amministrativisti italiani: Aldo Sandulli, professore ordinario di Diritto Amministrativo all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, già visiting professor presso la Faculty of Law della University of Cambridge e presso la Law School della University of Michigan, assistente di studio del giudice Sabino Cassese alla Corte Costituzionale e Commissario straordinario dell’Agenzia Spaziale Italiana, ed attualmente unico rappresentante delle Università meridionali in seno al Comitato di esperti per la politica della ricerca del Miur.

Le linee guida della Presidenza Sandulli: la vera sfida è il giurista 2.0 

Nel suo triennio di presidenza Aldo Sandulli, guarderà alle grande sfide che attendono il giurista del terzo millennio. “La sfida delle Facoltà giuridiche dei prossimi anni – spiega il neo Preside – sarà quella di riuscire a cogliere le nuove esigenze della società contemporanea e del mondo del lavoro del giurista del XXI secolo. In un assetto sociale dominato dalle dinamiche economiche, in un mondo globalizzato, in cui la percezione del domani è dominata dall’incertezza, occorre, infatti, costruire per il laureato in materie giuridiche un percorso che fornisca una preparazione che sia la più completa possibile In questo senso, stiamo lavorando a un percorso di studi volto a formare, per così dire, un “giurista 2.0”, che, oltre al solito forte impianto tecnico-teorico, utile per le professioni e per i concorsi pubblici, sia aperto ad ulteriori possibilità ed orizzonti lavorativi, in particolare nelle aziende e negli enti privati e pubblici, nazionali e internazionali”.

Una sfida ad ampio raggio che parte però già in questi giorni che sono gli ultimi giorni utili per iscriversi al corso di Laurea in Giurisprudenza del Suor Orsola (iscrizioni al test d’ingresso aperte fino al 21 settembre e test d’ingresso fissato per il 23 settembre).

E già da quest’anno ci saranno interessanti novità per le matricole. “Il mio primo impegno – anticipa Sandulli – sarà da un lato quello di rafforzare ulteriormente il sistema di tutoraggio personalizzato, che garantirà, grazie alla presenza del numero ristretto di studenti, un’assistenza individuale così attenta e capillare da non rendere traumatico il passaggio dalle metodologie didattiche della scuola a quelle dell’università, dall’altro quello di ampliare il percorso di stage e tirocini professionalizzanti già durante il corso di studi (presso gli studi legali più prestigiosi o le magistrature, ma anche presso i diversi enti pubblici e le imprese), per iniziare a preparare lo studente al passaggio al mondo del lavoro offrendo già concrete occasioni di inserimento”.

Internazionalizzazione e Job Placement 

Lavoro e internazionalizzazione saranno dunque le parole d’ordine della presidenza Sandulli. “La Facoltà di Giurisprudenza del Suor Orsola – spiega il Preside – sarà sempre più attrezzata per entrare in una rete europea e internazionale più vasta, grazie al sistema di cooperazione che l’Ateneo già realizza con oltre cento Università di tutto il mondo, dalla Cina all’Australia, dagli Stati Uniti all’Argentina. Una vocazione internazionale che rafforzerà anche le competenze dei futuri giuristi facilitando il lavoro di quello che è il nostro fiore all’occhiello: un Ufficio di Job Placement che segue individualmente i nostri laureati nella ricerca delle migliori occasioni professionali”.

Le novità della didattica: dall’inglese all’informatica giuridica

Analizzando in modo compartivo l’offerta didattica degli altri corsi di laurea in Giurisprudenza balzano subito all’occhio le peculiarità del corso di laurea del Suor Orsola. “Inglese giuridico, scrittura di testi e informatica giuridica sono tre nostri grandi punti di forza – spiega Sandulli – basti pensare alla solidità della competenza linguistica che garantiscono ben quattro annualità di inglese giuridico”.

Grazie al progetto ARGeNtWEB (Assistenza alla Ricerca Giurisprudenziale e Normativa tramite WEB) c’è poi un servizio esclusivo di assistenza e formazione nel campo della ricerca giuridica on-line, per il reperimento delle fonti documentali di interesse giuridico (normativa, giurisprudenza e dottrina), coordinato dal magistrato Giovanni Russo.

Al terzo anno è previsto, invece, il laboratorio di Tecniche di redazione degli atti giuridici per consentire agli studenti di maturare specifiche competenze per la stesura di testi giuridici nei diversi ambiti.

Il corpo docenti con i professionisti del settore e l’unico insegnamento italiano sulla legislazione antimafia affidato a Raffaele Cantone

Ma la vera peculiarità della Facoltà di Giurisprudenza del Suor Orsola è la composizione del corpo docenti nel quale accanto agli accademici ci sono numerosi professionisti del settore: avvocati, magistrati e notai che offrono quel surplus di esperienze ed esercitazioni pratiche che consente agli studenti di uscire dall’Università già preparati allo svolgimento delle professioni forensi.

In questo ambito rientra anche la previsione dell’unico insegnamento italiano dedicato alla legislazione antimafia ed affidato al Presidente dell’Autorità Nazionale Anti Corruzione, Raffaele Cantone, che rappresenta uno dei tanti pilastri di un Ateneo che è stato il primo in Italia a prevedere un percorso di alta formazione in Italia specificamente dedicato all’amministrazione e alla valorizzazione dei beni confiscati.

Aldo Sandulli 

Aldo Sandulli (1966) è professore ordinario di diritto amministrativo presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Ha insegnato diritto amministrativo, istituzioni di diritto pubblico, diritto pubblico dell’economia, diritto regionale, diritto degli enti locali, diritto amministrativo europeo, giustizia amministrativa.

È autore di studi monografici sul principio di proporzionalità (1998), sul procedimento amministrativo (2000), sul sistema di istruzione (2003), sulla storia della scienza del diritto amministrativo (2009), nonché di saggi e articoli in materia, tra l’altro, di rapporti tra diritto globale e diritto europeo, di diritto amministrativo europeo, di rapporti tra Stato e regioni, di disciplina dei servizi pubblici, di trasparenza ed accesso ai documenti, di produzione del diritto da parte del giudice, di giustizia amministrativa, di storia della scienza del diritto pubblico.

Lascia un commento