Pillole di calcio 27 marzo. CALCIATORI IN SALDO E BIGLIETTI ESAURITI.

PREGHIERE. “Ok, me la dovrò vedere con Messi. E dunque? Mica posso sparargli…Pregare prima di affrontarlo? Io prego solo in Chiesa, non in campo” (Christian Abbiati, portiere del Milan, in vista della sfida di Champions contro il Barcellona).

SMS. “Con Alessandro Del Piero mi sono messaggiato a telefono. Io credo voglia continuare nella Juventus”  (Michelangelo Rampulla, ex compagno di squadra di Del Piero).

MAESTRI. “Nella Juventus di Trapattoni facevo la differenza entrando negli ultimi minuti. Una volta però giocai dal primo minuto e pensai: mai più…mai più…non ce la facevo” (Josè Altafini).

COMPAGNI. “Non si può mai dire se è giusto o sbagliato. Alex è un grande campione e lo sarà sempre. Noi giocatori possiamo solo osservare e accettare certe scelte. Il campione e l’uomo rimangono, e noi lo vorremmo sempre con noi” (Giorgio Chiellini, compagno di squadra di Del Piero).

PRESIDENTI. “Sono sempre stato un ammiratore di Del Piero, l’ho anche contattato in passato per fargli fare un film. Adoro la sua educazione e il suo attaccamento alla maglia. Da noi c’è sempre posto per lui, ma, dipendesse da me, farei giocare solo giovani di 19 o 20 anni” (Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli).

SOLD OUT. Lo staff della Juventus ha comunicato l’esaurimento dei biglietti  per il match contro il Napoli in programma domenica sera prossima. Mai i tagliandi erano stati venduti così velocemente.

SALDI. “I tifosi non erano convinti del mio acquisto. Però nelle mie capacità credevano la società, i giocatori e il mister. Alla fine sono riuscito a far ricredere tutti. Le critiche che mi hanno mosso sono state la mia forza per emergere. Sono la dimostrazione vivente che i saldi non sono una fregatura” (Antonio Nocerino, rivelazione del Milan con 37 presenze e nove reti).

Lascia un commento

tre + 8 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.