La pizza tra i beni dell’Unesco, già raccolte 20 mila firme

Tra gli aderenti all’iniziativa anche Roberto Maroni

Pizza24 settembre – Ha già raccolto 20 mila firme la singolare petizione lanciata dall’ex ministro delle Politiche Agricole, Alfonso Pecoraro Scanio, per presentare a Parigi nei primi mesi del 2015, la candidatura della pizza napoletana come bene immateriale dell’Unesco.

L’annuncio è arrivato durante la presentazione della guida di Slow Food “Osterie d’Italia – il sussidiario del mangiar bene all’italiana” ai Musei Capitolini di Roma e tra le firme, vi è anche quella del governatore della Lombardia, Roberto Maroni.

L’idea era già stata presentata in occasione dell’ultima edizione del Napoli Pizza Village e sarà nuovamente riproposta il 29 settembre nei celebri locali di Zì Teresa.

FOTO: tratta da ansa.it

Lascia un commento

uno + dodici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.