Bce, vertice internazionale a Napoli: scatta la rivolta dei centri sociali. Blitz nella sede del Banco di Napoli

Timore Black Block per il vertice del 2 ottobre. “Contro la dittatura della Troika, delle banche e dei profitti. Difendiamo i nostri diritti”

bceNapoli, 25 settembre – Presso la sede del Banco di Napoli in Via Toledo, gli esponenti dei centri sociali hanno inscenato un’insolita protesta contro il vertice internazionale della Bce con i componenti del consiglio direttivo della Banca centrale europea che si terrà a Napoli il prossimo 2 ottobre.

I manifestanti hanno attirato sin da subito l’attenzione dei passanti, indossando delle maschere dalle fattezze di Draghi e Merkel, mentre sventolavano striscioni recanti le scritte “Contro la dittatura della Troika, delle banche e dei profitti. Difendiamo i nostri diritti! Napoli libera!”

Alfonso De Vito, tra i principali esponenti della Rete dei Movimenti Campani ha dichiarato che ci sarà un contro vertice rispetto a quello della Bce, volto a sottolineare “la sofferenza che noi tutti stiamo subendo per colpa della Troika e della complicità dei governi”.

L’intento del corteo sarà quello di far sentire la propria voce sino alla Reggia di Capodimonte, sede del summit.

De Vito ha poi aggiunto che “il 2 ottobre protesteranno le persone in carne e ossa, quelle che soffrono la crisi ogni giorno della loro vita”, in riferimento al ventilato timore che alla protesta possano aggiungersi anche i Black Block in quella che lo stesso De Vito ha definito una possibile “Quinta giornata di Napoli”.

FOTO: tratta da ansa.it

Lascia un commento