De Magistris: la sospensione non è un dramma ma opportunità per evitare che una democrazia malata diventi regime

Sospensione prevista fino al 1° aprile 2016, Sodano: “C’è un solo sindaco eletto ed è Luigi De Magistris”

de_magistris_sodanoNapoli, 2 ottobre – Alla conferenza stampa tenutasi questa mattina presso Palazzo San Giacomo, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha espresso tutta la sua amarezza per i tempi record in cui è giunto il provvedimento di sospensione per effetto dell’applicazione della Legge Severino.

Da oggi, le funzioni del primo cittadino passano con effetto immediato al vicesindaco Tommaso Sodano, il quale ha commentato la vicenda: “C’è un solo sindaco eletto ed è Luigi De Magistris”.

De Magistris ha commentato la sospensione ritenendo di non considerarla un dramma, ma al contrario come “un’opportunità per cercare di far comprendere quanta strada ancora il nostro paese deve fare per evitare che una democrazia malata diventi regime”.

Al tempo stesso, ribadisce ancora una volta che non si dimetterà, ma anzi dichiara: “Sono fiducioso che altri giudici possano velocemente ‘fare giustizia’ su questa assurda vicenda. Non mi dimetto e sono certo che la sospensione sarà “breve”, al massimo 3 o 4 mesi fino alla sentenza d’appello di Why Not. Potevo scegliere la disobbedienza civile, rifiutarmi di firmare la sospensione perché non riconoscevo l’atto. Invece l’ho ricevuto e ho firmato”.

Lascia un commento

1 × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.