Consiglio comunale di Napoli, maggioranza in bilico ma è rimpallo tra chi deve staccare la spina

Le opposizioni alla ricerca delle firme per lo scioglimento dell’assemblea. De Magistris attacca Guerini: “Non stacco la spina, vieni a Napoli: è piena di energia”

consiglio comunaleNapoli, 20 ottobre – Clima teso in queste ore a Palazzo San Giacomo dove per domani è previsto il consiglio comunale in cui si discuteranno le sorti della maggioranza, in attesa delle decisioni del Tar in merito alla richiesta di sospensiva del provvedimento di sospensione a carico di Luigi De Magistris. Intanto non mancano le consultazioni del Pd: il segretario provinciale Venanzio Carpentieri partirà dalle opposizioni di centro sinistra con Sinistra in Movimento, Sel e Ricostruzione Democratica al fine di poter valutare i margini necessari per raccogliere 25 firme e decretare lo scioglimento dell’assemblea.

Assunta Tartaglione, segretario regionale del Pd, ha fatto pressioni sui consiglieri del gruppo di Pasquino affinché votino anch’essi la sfiducia alla giunta comunale. La Tartaglione aveva infatti dichiarato già nelle scorse settimane: “Oggi si fanno le alleanze per sciogliere il Comune di Napoli e per nuove elezioni, quindi o si sta di qua o di là”. Intanto, De Magistris ha risposto prontamente alle provocazioni di Lorenzo Guerini, vicesegretario del Pd che in un’intervista aveva ventilato l’assoluta necessità di “staccare la spina” all’amministrazione del sindaco sospeso. In un tweet si legge infatti: “Guerini vieni a Napoli, girala, ti darà luce, non viviamo con la spina vecchia che vuoi staccare ma con l’energia di Napoli e del suo popolo”.

Lascia un commento

5 × uno =