“Canta, suona e cammina”, la grande musica nelle chiese di Napoli. Palcoscenici di arte e musica, gratis

Ciclo di concerti di musica sacra e colta nei luoghi storico-artistico di Napoli

canta suona camminaE’ partito sabato scorso, 1 novembre, il programma di concerti di musica classica che si terranno nelle Chiese di Napoli che vede la presenza di orchestre e ensemble musicali portare le loro sonorità in luoghi sacri storici. Un’occasione di incontro tra arte e musica, “per ascoltare e conoscere la musica colta, popolare e della tradizione napoletana” ed anche un’occasione per promuovere, valorizzare il patrimonio storico-artistico della nostra città. Un evento organizzato nell’ambito del Progetto formativo “Canta, suona e cammina”, un “Progetto di conoscenza e di valorizzazione della musica colta e popolare e della tradizione napoletana, attraverso i luoghi simbolo”, nato dall’accordo tra Regione Campania e Diocesi di Napoli, attuato dalla Scabec S.p.A. e dalla Fondazione Fare Chiesa e Città.

Il ciclo di concerti – gratuiti – con inizio alle ore 20.30, si terrà nei luoghi sacri storici della città che, per l’occasione, si trasformano in veri e propri palcoscenici.

Il programma, partito sabato scorso con il concerto dei Turchini di Antonio Florio, tra gli Ensamble più rappresentativi di Napoli, nella chiesa di S, Gregorio Armeno, proseguirà il 14 novembre a S.Lorenzo Maggiore, Percussioni Ketoniche; il 22 novembre, a S.Anna dei Lombardi, Ensemble Barocco di Napoli; il 29 novembre con Dissonanzen nel Complesso di S.Gennaro Extra Moenia; il 5 dicembre nella chiesa del Carmine Maggiore, Progetto Sonora Network & Performing Arts, ed infine, il 13 dicembre 2014 a S.M. Donnaregina Nuova con i Mysterium Vocis; tra le performance, la “Lauda intorno alla Stabat”, di Roberto De Simone.

Accanto a brani classici, anche linguaggi musicali contemporanei per una sonorità nei più suggestivi luoghi sacri.

Per ulteriori dettagli, si può consultare il sito e l’elenco completo dei concerti.

Lascia un commento