Venerdì sarà “Sciopero Sociale”, il 14 novembre si blocca la città in un presidio di 24 ore

Giornata di mobilitazione nazionale. Ancora una volta in piazza, studenti e lavoratori per protestare contro lo “Sblocca Italia”

#ScioperoSocialeNapoli, 11 novembre – “Siamo studenti, lavoratori, disoccupati, precari, siamo l’ossatura di questo paese. Siamo quelli che il 14 novembre si mobiliteranno per bloccare il paese, per dare vita allo sciopero sociale”.

La protesta continua. Venerdì 14 novembre gli studenti saranno di nuovo in piazza per dire no alle manovre del Governo. I ragazzi stavolta non saranno soli. A loro si uniranno infatti le manifestazioni dei lavoratori previste per lo stesso giorno. La mobilitazione a Napoli è prevista per le ore 9:30 a Piazza Garibaldi e ha lo scopo di dare vita a quello che i manifestanti hanno definito “Sciopero Sociale”. Studenti e lavoratori, dunque, uniranno le forze per tentare di bloccare lo “Sblocca Italia” in un presidio di 24 ore. “La Buona Scuola”, manovra di stabilità e Jobs Act sono i temi sui quali si batteranno i manifestanti. Il diritto allo studio è un argomento delicato e gli studenti si dichiarano apertamente contrari alla privatizzazione della scuola e ai numerosi tagli in programma previsti dalla riforma Giannini e dalla Legge di stabilità.

Il 14 novembre, prima della mobilitazione, alle 8:15 ci sarà un’ assemblea pubblica su “La Buona Scuola”, il piano di riforma del governo Renzi, di confronto tra gli alunni delle scuole del Centro Storico, i docenti precari e quelli di ruolo iscritti alle sigle sindacali di base. Venerdì prossimo si annuncia come “una giornata di mobilitazione nazionale del mondo della formazione contro il piano scuola Renzi-Giannini” con il coinvolgimento di lavoratori, precari, disoccupati e migranti nelle varie città, “in un’atmosfera di sciopero metropolitano”.

La spia d’allarme scatta al Governo. Precisamente due anni fa il 14 novembre si verificarono scontri durissimi nella capitale tra manifestanti e forze dell’ordine. La preoccupazione è tanta per questo venerdì. Una riunione con i vertici di Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza e servizi di informazione e sicurezza, presieduta dal ministro Alfano è giunta alla conclusione della necessità di dialogo con i manifestanti ma anche massima fermezza per il mantenimento dell’ordine pubblico, il ministro ha poi sottolineato l’importanza della sinergia tra i vari enti per il controllo per lo svolgimento pacifico dell’evento.

Questo il tam tam tra i docenti precari: “Rivendichiamo una scuola gratuita e accessibile a tutti, libera dalle logiche del merito e della valutazione imposte in contesto di diseguaglianza e macelleria sociale, ma basata sulla cooperazione e su forme di democrazia partecipata riguardo la gestione di fondi e risorse. Rivendichiamo una scuola libera dalle logiche del mercato del lavoro, di cui vediamo la precarizzazione definitiva imposta con il job’s act, e dal controllo sempre più forte attuato dai Dirigenti scolastici su alunni, docenti e A.T.A. Il 14 Novembre incrociamo le braccia, incrociamo le lotte!”

Gli hashtags della protesta saranno: #blockbuonascuola; #scuolaazienda; #iononcisto.

Questo il programma completo della giornata reso noto dagli organizzatori:

– GIOVEDI 13 NOVEMBRE :

*** ore 12:00

– Guerrilla Tag e Tweet storm di lancio dello sciopero, contro precarietà e disoccupazione giovanile in Campania ‪#‎garantiamociunfuturo‬

VENERDI 14 NOVEMBRE SCIOPERO SOCIALE:

***ore 9:00

-Azioni della Campagna per il diritto all’abitare Magnammece o Pesone contro il decreto Lupi.
-Blocco della didattica di scuole e università
– Azioni dei comitati contro il Biocidio e per difesa di salute e ambiente sul tema della sanità pubblica

*** H10:00

corteo unitario per lo Sciopero p.zza Mancini

*** H12.00-14.00

– Invitiamo tutti i lavoratori, precari,studenti e disoccupati a bloccare lo svincolo autostradale nei pressi del corso Arnaldo Lucci

***H17:00

-via Toledo, picchetti alle multinazionali e ai negozi delle vie del centro

***H22:00

Speak corner a piazza bellini, per denunciare lo sfruttamento dei lavoratori dei bar nella piazza

MARTEDI 18 NOVEMBRE

***H18:30

– Assemblea di bilancio dello sciopero del Laboratorio Napoletano all’ex Asilo Filangieri

lo striscione d’apertura sara: contro jobsact, buonascuola e sblocca-italia NAPOLI SCIOPERA ‪#‎reddito‬ incondizionato di base ‪#‎salario‬ minimo europeo

Per supportare lo sciopero digitale segui la pagina facebook : Sciopero Sociale Napoli, l’account twitter @NapoliStrike
e hashtag ‪#‎ScioperoSociale‬ ‪#‎14n‬ ‪#‎Jobsact‬ ‪#‎blocchiamotutto #‎SocialStrike‬

Lascia un commento