Smartphone che passione. Uno studio americano fa luce sui danni a carico della colonna vertebrale

Avere la testa china sullo smartphone equivale a camminare con un macigno sul collo

Smartphone colonna vertebraleTrascorrere troppe ore al giorno con la testa china sullo smartphone, intenti a leggere le ultime notifiche su Facebook o a scrivere messaggi su Whatsapp, può determinare degli effetti deleteri anche piuttosto gravi a carico della colonna vertebrale.

Uno studio americano realizzato da Kenneth Hansraj, primario di chirurgia spinale presso il New York Spine Surgery and Rehabilitation Medicine, ha evidenziato infatti che le posizioni assunte mentre si utilizza lo smartphone imprimono al tratto cervicale della colonna vertebrale un carico pari addirittura a 27 chili di pressione.

In realtà, il carico imposto al collo varia molto in base all’inclinazione assunta dalla testa: ad esempio, un’inclinazione di 30° equivale a 18 kg di peso, una da 45° a 22,2 kg di peso e quella da 60° addirittura a 27,2 kg.

Se si considera che, in media è stato stimato che trascorriamo dalle 2 alle 4 ore al giorno con la testa china sullo smartphone, gli effetti deleteri a lungo termine sono ben evidenti.

Dallo studio emerge infatti che, quest’abitudine ci costa in un anno dalle 700 alle 1400 ore di stress cervicale, che “diventano 5 mila nel caso di soggetti particolarmente a rischio, che trascorrono molto tempo al cellulare o chini sui libri (pensiamo agli adolescenti)”.

Lo stesso Hansraj riconosce però l’importanza delle tecnologie nella quotidianità e per questo raccomanda di prevenire eventuali danni mantenendo una posizione corretta del capo, con le orecchie allineate alle spalle.

 FOTO: tratta da focus.it

Lascia un commento

5 + 8 =