Napoli-Cagliari 3-3, Benitez furioso per i tre gol concessi

Higuain, Inler e De Guzman approfittano delle insicurezze del Cagliari che risponde con Ibarbo e una doppietta di Farias

Napoli Cagliari 3-3NAPOLI (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Henrique, Koulibaly, Ghoulam; Gargano, Inler; Callejon, Hamsik, De Guzman; Higuain.

CAGLIARI (4-3-3): Cragno; Balzano, Rossettini, Ceppitelli, Murru; Dessena, Crisetig, Ekdal; Ibarbo, Longo, Cossu

MARCATORI: Higuain(10′); Inler(30′); Ibarbo(37′); Farias(47′,67′); De Guzman(61′)

ARBITRO Dino Tommasi

Napoli, 23 novembre – Il Napoli rallenta appesantito da un pareggio indesiderato e inaspettato, che fa aumentare le distanze da Roma e Juventus nella classifica della Serie A. Il merito è sicuramente del Cagliari che ha pressato alto e limitato le giocate di Hamsik e Inler. Partita tutt’altro che noiosa, con entrambe le squadre proiettate in attacco, che però lasciano piuttosto insicura la difesa: numerosi sono gli errori dalla metà campo in giù che favoriscono i sei gol, a cominciare da quello di Higuain all’inizio del primo tempo, ma anche le disarmonie in fase offensiva, specialmente nella formazione azzurra, dove l’assenza di Insigne e Mertens si è fatta sentire.

Il gol dell’1-0 arriva al minuto 10′ ad opera di Gonzalo Higuain: da una rimessa laterale e un’ingenuità della difesa avversaria nasce lo scatto e la conclusione dell’argentino, accolta dalla gioia del San Paolo. Il Napoli si dimostra determinato e aggressivo in questa prima fase, con i tentativi del Pipita, fermato due volte in fuorigioco, e un sinistro svirgolato di Hamsik. Un destro di Cossu è l’unica azione che impensierisce Rafael. Al 30′ minuto, ecco il gol del raddoppio: De Guzman si fa sfuggire un’occasione appetibile, che viene però colta da Inler, su respinta di Cragno, con un fendente che spiazza la difesa rossoblu.

Il Cagliari reagisce ai colpi infertigli immediatamente, prima con un’incornata di Ceppitelli raccolto dalle braccia di Rafael, poi con il gol di Ibarbo al 37′, che accorcia pericolosamente le distanze.

Zeman deve aspettare il secondo tempo per veder realizzato il gol del pareggio. Al 47′ minuto Rossettini apre una sponda per Farias, che colpisce di testa superando Rafael. Il 2-2 non raggela i cuori dei partenopei che ce la mettono tutta per fluidificare il gioco e per restare uniti. Al 61′ De Guzman approfitta di una distrazione della difesa cagliaritana, che rimane immobile di fronte al colpo di testa dell’olandese. La partita sembra ormai conclusa ma Farias riserva agli uomini di Benites un’altra spiacevole sorpresa: Koulibaly perde palla e lascia spazio a sufficiente all’attaccante del Cagliari per segnare la sua prima doppietta in campionato. Vani si rivelano i tentativi del Napoli di recuperare terreno, troppi vuoti in difesa e indecisioni in attacco che non sortiscono il gol della vittoria.

Benitez difficilmente mantiene la calma davanti ai microfoni, deluso dalla prestazione della sua squadra e dai regali concessi allo schieramento avversario: “Sono arrabbiato perchè abbiamo regalato la partita, certo è anche merito del Cagliari, ma l’abbiamo regalata. Sul mercato vedremo le possibilità che si presenteranno e poi parleremo col presidente.”

Lascia un commento