Sampdoria-Napoli, il posticipo di campionato nasconde grandi insidie per i partenopei

Probabile ritorni in campo di Mertens ma i blucerchiati, dopo i due pari rimediati contro Cesena e Milan hanno sete di vittoria

callejon esultaNapoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Inler, Lopez; Callejon, De Guzman, Mertens; Higuain. All.Benitez

Sampdoria (4-3-3): Romero; De Silvestri, Gastaldello, Silvestre, Regini; Soriano, Palombo, Obiang; Gabbiadini, Okaka, Eder. All.Mihajlovic 

Giocare contro la Samp è sempre difficile. Lo è a Napoli, figurarsi a Genova. Poi, contro questa Samp che sta disputando un campionato superiore alle aspettative, lo è ancor di più. Per fortuna la partita si svolgerà lunedì sera e gli azzurri avranno ancora tempo per riposare. Di certo, il Napoli non potrà scendere in campo come ha fatto giovedì in Europa League contro lo Sparta Praga, dove è stato salvato due volte dalla traversa e dal fatto che i giocatori cechi si siano dimostrati scarsi dal punto di vista tecnico.

A Genova ci sarà bisogno di un Napoli più lucido, più cattivo e più attento. Se non sarà così, va da se che la squadra di Benitez rischia una sonora scoppola.

Fra l’altro, i blucerchiati hanno profonda voglia di vincere, dopo i due pari rimediati contro Cesena e Milan. Di positivo, nel Napoli, c’è da segnalare il ritorno di Mertens che dovrebbe ritornare titolare, dopo il riposo precauzionale per il forte trauma cranico rimediato in nazionale. Accanto a lui Higuain e Callejon. Marek Hamsik, autore anche lui di una prestazione europea sottotono, si giocherà il posto da titolare con l’olandese De Guzman.

Al centro, il tecnico spagnolo, probabilmente schiererà titolari Inler (favorito su Jorginho) e David Lopez. In difesa la collaudata coppia Albiol-Koulibaly con ai lati Maggio da una parte e Ghoulam dall’altra.

Per quanto riguarda la Samp, Sinisa Mihajlovic dovrebbe schierarsi con un 4-3-3 e tenterà di superare la difesa azzurra, grazie alla velocità di Eder e ai tiri dalla distanza di Gabbiadini. Interessante il duello tra giganti che vedrà protagonisti Koulibaly per il Napoli e Okaka per i blucerchiati.

Curiosità? Sarà un duello tra produttori cinematografici. Infatti, sia il patron del Napoli Aurelio De Laurentiis che quello della Sampdoria Massimo Ferrero, operano nel campo della Settima Arte. Con il “Robin Hood Ferrero” (così si è dichiarato in una intervista esclusiva del quotidiano Il Mattino), che ha affermato: “batterò il Re De Laurentiis e gli darò un simpatico dispiacere”. Un personaggio.

Lascia un commento

2 × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.