Pillole di calcio – DI TESTA, DI CUORE E DI SPIRITO

IMPRESSIONI. “Ho capito perchè Mourinho si lamenta ogni volta che vince qui al Camp Nou. Se l’arbitro ha fischiato il secondo rigore per il Barcellona, allora doveva dare rigore anche al Milan per il fallo su di me. Sembra proprio che la Uefa voglia far vincere la Champions al Barcellona” (Zlatan Ibrahimovic dopo l’eliminazione in Champions).

BATTUTE. “Un cambio? Sì. L’arbitro” (Massimiliano Allegri, allenatore del Milan).

EPISODI. “Il secondo penalty è stato dato con troppa facilità. In quel momento ha creato nervosismo. Penso che ci vuole del coraggio, tanto coraggio, a condizionare un quarto di finale di Champions in questo modo” (Massimo Ambrosini, capitano del Milan).

EPISODI-2. “Il match contro la Juventus è cambiato solo con un episodio. E’ stata la prodezza di Vidal a chiudere la partita: eravamo stati in partita per 60 minuti. Adesso dobbiamo solo trasformare la rabbia in energia positiva”.
(Walter Mazzarri, allenatore del Napoli).

SVOLTE. “Antonio Cassano ha superato le visite mediche e ha ottenuto l’idoneità per l’attività agonistica. Adesso potrà riprendere tutte le attività”. Questo il contenuto del bollettino medico ufficiale del fantasista barese.

TESTA. “Secondo me Mario Balotelli è uno stupido che deve crescere. Certe volte Mario si comporta da idiota, altre come un genio. Per me in troppi si aspettano che lui faccia l’idiota con il risultato che lui si sente in dovere di accontentarli. La sua fortuna è che il manager è Roberto Mancini” (Nigel De Jong, compagno di squadra di Mario Balotelli al Manchester City).

CUORE. “Noi il nostro patto con la Fiorentina e con Firenze lo abbiamo
sottoscritto dalla nascita e mai verremo meno a questo sentimento. Il vostro
impegno avrete occasione di dimostrarlo non tanto a parole, ma con i fatti
nelle prossime otto finali” (gli ultrà della Fiorentina).

Lascia un commento

15 − tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.