Arrestato Biagio Maceri per duplice omicidio colposo, imprenditore del Salernitano

Catturato imprenditore latitante, da nove mesi i carabinieri erano sulle sue tracce

maceriNapoli, 9 dicembre – Biagio Maceri, imprenditore di 45 anni di Tortora, è stato arrestato dai carabinieri di Salerno. L’uomo è titolare della fabbrica di materassi “Bimal.Tex srl” di Montesano sulla Marcellana (Salerno). Nello stabilimento morirono due operaie durante un violento incendio scoppiato il 5 luglio del 2006 dove le fiamme, nate da un sottoscala di una palazzina a tre piani, diedero vita ad esalazioni tossiche facendo morire asfissiati Annamaria Mercadante, 49 anni, di Padula (Salerno), e Giovanna Curcio, 16 anni di Casalbuono (Salerno).

L’imprenditore era irreperibile dallo scorso marzo, quando la Procura della Repubblica del Tribunale di Lagonegro aveva emesso una sentenza che contemplava il suo arresto con condanna ad otto anni di reclusione. Maceri è accusato di omicidio colposo plurimo, incendio e violazione delle norme sulla sicurezza dei luoghi di lavoro.

Le indagini duravano da tempo e dopo numerosi appostamenti e nove mesi di ricerche i carabinieri del Nucleo investigativo di Salerno sono riusciti a scovare il latitante. L’uomo è stato localizzato in un casolare appartenente ad un suo parente. Maceri non ha posto resistenza durante il suo arresto ed è emerso che egli non aveva mai stanziato in un posto fisso ma la sua latitanza era caratterizzata dallo spostamento continuo anche più volte nell’arco della stessa giornata. Si muoveva sopratutto a piedi per non destare sospetti.

Lascia un commento