Europa League, Spagna dominatrice: Atletico Madrid, Valencia e Athletic Bilbao approdano alle semifinali.

A testimonianza che il calcio spagnolo sta vivendo un momento davvero felice, dopo la qualificazione alle semifinali di Champions League ottenuta da Barcellona e Real Madrid, altre tre squadre iberiche raggiungono le semifinali in Europa League: l’Atletico Madrid, dell’argentino Simeone, bissa il risultato dell’andata guadagnato sul proprio terreno e si impone anche in tessa tedesca contro l’Hannover; il Valencia, altra squadra spagnola, allenata dal bravo tecnico Unai Emery, ribalta contro gli olandesi dell’Az Alkmar il risultato dell’andata che aveva visto prevalere i fiamminghi per 2-1 e accede al turno successivo. L’Athletic di Bilbao, dopo aver vinto per 4-2 all’andata sul terreno dello Shalke 04, guadagna la qualificazione alle semifinali disputando una bella partita sul proprio campo ed il pareggio finale è il risultato giusto per due formazioni che si sono affrontate a viso aperto ed hanno offerto bel gioco. La formazione portoghese dello Sporting di Lisbona, pareggia in terra ucraina contro il Metalist e supera il turno. Vani gli sforzi degli ucraini al fine di ribaltare il 2-1 dell’andata in favore dei lusitani.

Riviviamo le partite del ritorno dei quarti di finale:

Allo stadio “AWD Arena” di Hannover, la formazione tedesca allenata da Mirko Slomka, tenta di mettere in difficoltà gli spagnoli dell’Atletico Mardid, che risultano però essere maggiormente carichi e superiori anche nel gioco. La formazione di casa, avrebbe potuto accontentarsi di una sola rete per passare il turno, ma grazie alle belle sortite offensive, passano per primi gli spagnoli con Adrian al minuto 63° per lo 0-1. Risposta frenetica e rabbiosa dell’Hannover che riesce a pervenire al pareggio con Diouf all’81’ e riaccende la speranza. Nulla da fare però per i germanici che soccombono nuovamente al minuto 87° grazie alla rete di Falcao, che sancisce definitivamente il passaggio alle semifinali per gli spagnoli ed un’eliminazione triste per la formazione tedesca.

Allo “Stadio Mestalla”, sotto gli occhi di oltre sessantamila sostenitori, il Valencia riesce nell’impresa di ribaltare il risultato contro gli olandesi dell’AZ Alkmaar. All’andata finì 2-1 per la formazione dei paesi bassi, ma in casa del Valencia, la storia cambia totalmente e la compagine casalinga offre una prestazione priva di sbavature regalando ai propri tifosi un rotondo 4-0 che vale l’accesso in semifinale. La partita si sblocca presto, con l’uno-due micidiale firmato da Rami, che realizza al 15’ ed al 17’. L’AZ, tenta a più riprese di realizzare il gol che avrebbe portato le formazioni ai supplementari, ma nella ripresa ha la meglio il gioco più ordinato ed elegante dei padroni di casa: al minuto 56°, Alba realizza il 3-0 che è una vera e propria stangata per gli uomini di Verbeek. La gara prosegue con il Valencia che gioca di classe e realizza nel finale il gol che rende ancor più rotondo il risultato: 4-0 al minuto 80° ad opera di Hernandez. Torna a casa la formazione olandese dopo aver sorpreso nella manifestazione europea.

Sul terreno di gioco di Bilbao, l’Athletic Bilbao, riesce a superare il turno, ma la gara non è semplice. I tedeschi dello Schalke 04, scendono in campo con l’intento di compiere una clamorosa impresa: ribaltare il 2-4 dell’andata sarebbe stato incredibile. Gara alta di ritmi sin da subito e la formazione dello Schalke detta i tempi di gioco con la formazione di Bilbao che tenta di controllare le offensive ospiti. Passano in vantaggio i tedeschi con la bella rete di Huntelaar che esalta gli ospiti. Sul finire della prima frazione di gioco, arriva il pareggio della formazione spagnola, con Gomez al 41’ ed è tutto da rifare per gli uomini di Huub Stevens. Nella ripresa, il solito Raul realizza il gol del vantaggio per lo Schalke al minuto 52° ma la qualificazione resta un sogno irrealizzato. Infatti, tre minuti più tardi, Laskurain per i padroni di casa, firma il 2-2 che taglia definitivamente le gambe agli undici dello Schalke. Il risultato finale, permette alla terza squadra spagnola di di accedere al penultimo atto dell’Europa League.

Nello stadio ucraino “OSK Metalist”, la formazione di casa guidata da Miron Markevich, offre tutto il meglio per guadagnare la semifinale di coppa. La formazione portoghese dello Sporting, forte del 2-1 dell’andata maturato in Portogallo, riesce a tener botta e conclude la partita in parità con il risultato di 1-1. Bella la gara, priva di pause e giocata in modo aggressivo dagli ucraini, ma la formazione ospite passa in vantaggio al minuto 44° con l’olandese Van Wolfswinkel. Nella ripresa, reazione determinata del Metalist che giunge al pareggio con Cristaldo al 57°, ma non basta per la qualificazione. Passano i lusitani che guadagnano la semifinale da disputarsi contro la formazione spagnola dell’Athletico di Bilbao.

Ecco l’elenco delle semifinali di Europa League:
il 19 Aprile si inizia con la semifinale tutta spagnola Atletico Mardid – Valencia e l’atra gara delle semifinali sarà Sporting Lisbona – Athletic Bilbao. Le gare di ritorno avranno luogo in data 26 Aprile a campi invertiti.

Lascia un commento

uno × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.