“La dolce isola”, Nisida ora sforna panettoni

Il classico panettone prodotto dai detenuti tra Nisida e Santa Maria Capua Vetere

Panettone NisidaNapoli, 14 dicembre – Nell’era della globalizzazione non meraviglia più ritrovarsi fabbriche di prodotti nostrani sparse un po’ per tutto il mondo. Incuriosisce di più la notizia che ora, a sfornare i tradizionali panettoni milanesi, vi sia ora anche Nisida. E sono proprio i ragazzi dell’istituto penale ospitato sull’isola di Nisida, a Napoli, a tentare il palato dei commensali nelle feste di Natale 2014 con il classico dolce delle feste.

Ed ha un nome evocativo, “La dolce isola” e tanto di porta-panettone in stoffa. L’iniziativa si deve al Consorzio Co.Re (Cooperazione e reciprocità), che ha promosso l’attività di produzione dolciaria solidale. Partecipa all’impresa anche l’istituto penitenziario femminile di Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Un progetto sociale che fa perno sul lavoro dei ragazzi e delle donne recluse per favorirne la formazione attraverso lavori creativi che possano portare ad una crescita personale ed al recupero.

Lascia un commento