Colpito alla testa da un proiettile vagante, giovane polacco è in fin di vita

Il proiettile lo ha raggiunto mentre era seduto sul divano della propria abitazione al quarto piano del vicolo Zite di Forcella

colpo di pistolaNapoli, 26 dicembre — Era seduto sul divano di casa nel quartiere Forcella, il giovane uomo di origini polacche quando è stato colpito da un proiettile la sera della Vigilia di Natale. Giorgi Gorgadze di 26 anni è ricoverato all’ospedale Loreto Mare di Napoli trasportato d’urgenza la notte del 24. A chiamare i soccorsi la compagna che era con lui in casa e che ha raccontato agli agenti di polizia di trovarsi con il compagno nel proprio appartamento al quarto piano quando è avvenuta la tragedia e che lui era seduto tranquillamente sul divano quando è stato raggiunto dal proiettile che lo ha colpito alla testa.

Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti c’è la possibilità che il ventiseienne polacco sia stato raggiunto da un colpo di pistola vagante, ma le indagini al momento sono ancora aperte e restano in piedi anche altre ipotesi investigative concentrate anche sulla veridicità e sulla comprensione del racconto della convivente originaria della Georgia, l’unica testimone,  che ha raccontato i fatti in un italiano stentato.

Gli agenti di polizia che si sono recati sul posto per gli accertamenti e le rilevazioni hanno in effetti trovato dei bossoli di pistola nel vicolo Zite di Forcella sul quale si affaccia il palazzo in cui abita la vittima, Giorgi Gorgadze. Le sue condizioni sono estremamente gravi, il proiettile che lo ha raggiunto si è fermato al centro del cranio e secondo quanto riferito dai medici l’attività celebrale del giovane è assente.

FOTO: tratta da corriere.it

Lascia un commento