È morto il 26enne colpito in casa da un proiettile vagante la vigilia di Natale

Si indaga sui bossoli di pistola ritrovati di fianco l’abitazione, a vico Zite nel quartiere di Forcella

forcellaNapoli, 30 dicembre — Non ce l’ha fatta il giovane polacco ferito alla testa da un proiettile vagante la sera della vigilia di Natale mentre si trovava nella propria abitazione seduto tranquillamente sul divano. Giorgi Goradze, secondo quanto riferisce la polizia, è morto ieri in ospedale dopo cinque giorni di agonia nel reparto di Rianimazione del Loreto Mare dove era ricoverato. Il giovane era stato trasferito d’urgenza in ospedale, ma le sue condizioni erano apparse da subito molto gravi, l’attività celebrale risultava assente.

Continuano le indagini della polizia per far chiarezza sulla dinamica di quanto accaduto nell’abitazione a vico Zite, nel quartiere di Forcella. L’unica pista certa a disposizione degli inquirenti sono i numerosi bossoli ritrovati dalla polizia nella strada dove si affaccia il balcone da cui sarebbe giunto il proiettile che ha ferito mortalmente il giovane polacco di soli 26 anni. Al vaglio degli investigatori anche il racconto dell’accaduto della giovane compagna di Goradze che si trovava con lui in casa.

FOTO: tratta da pressagency.it

Lascia un commento