Operatori ASIA, la Procura di Napoli indaga. Sodano: “Napoli non è Roma”. E Del Giudice si “pulisce” la coscienza?

Sodano: ”Napoli non è Roma rispetto alla vicenda dell’assenteismo”. Del Giudice (ASIA) si fa fotografare ramazza alla mano a ripulire Napoli

Del Giudice ASIANapoli, 4 gennaio – E’ sereno il vice sindaco con delega all’Ambiente, Tommaso Sodano in merito alla notizia secondo la quale la Procura di Napoli ha aperto un’inchiesta per verificare eventuale comportamento doloso per i 200 operatori dell’Asia che a Capodanno hanno marcato visita. ”L’inchiesta della Procura di Napoli sui netturbini assenti per malattia nella notte di Capodanno? Ben venga. – ha dichiarato Sodano – Non abbiamo nessuna rendita di posizione da tutelare”.

Ed ancora: ”Napoli non è Roma rispetto alla vicenda dell’assenteismo. Nell’azienda Asia nella famosa notte non c’è stato un picco di assenteismo, nessun fenomeno di massa. E’ fisiologico“.

Intanto Raffaele Del Giudice, amministratore unico dell’azienda di igiene urbana, si fa fotografare intento dare una mano ai colleghi netturbini a ripulire vialetti cittadini, con tanto di ramazza, paletta e sacco dei rifiuti. Sul profilo Facebook dell’assessore alle Politiche Giovanili, Creatività, Innovazione del Comune di Napoli, Alessandra Clemente in un post, riferendosi a Del Giudice, si legge: “Ora, al lavoro con i dipendenti Asia. Penso che stia mettendo su la giusta squadra, con il giusto rigore, per debellare le “nataliti” italiane. Grande esempio per noi giovani”.

Chissà se i giovani hanno bisogno di un tale esempio di “innovazione” o forse sarebbe meglio un pizzico di “normalità” in più nella gestione dei servizi pubblici.

Leggi anche: Netturbini ammalati, la Procura apre un’inchiesta. E mentre a Napoli si minimizza a Roma aleggia l’ipotesi licenziamenti

Relativamente all’articolo: “Del Giudice (ASIA) si fa fotografare ramazza alla mano a ripulire Napoli”, si rende necessario precisare che la foto pubblicata è stata scattata esattamente il giorno 11 dicembre 2014 alle ore 14:30. (Vai all’articolo»)

I fatti, quindi, dimostrano la consuetudine del Presidente di ASIA, Raffaele Del Giudice, nell’essere sul campo accanto agli operatori aziendali. Del resto è la storia dello stesso Del Giudice a raccontarci la predisposizione innata nell’essere sempre in prima linea, sia per un aiuto, che per dare il buon esempio a stimolo della massima produttività.

Infine si ricorda che la ormai famosa assenza degli operatori per malattia nel periodo del Capodanno, risulta essere una circostanza che resta assolutamente nella norma rispetto al periodo. Parliamo di giorni  con freddo intenso e malanni di stagione ancor più frequenti per chi opera direttamente all’aperto e di notte. Il numero degli assenti è fisiologico ed in linea con gli anni precedenti.

Nell’auspicare la pubblicazione della precisazione appena fornita, a garanzia della giusta informazione ai cittadini ed ai lettori tutti, si coglie l’occasione per augurare buon lavoro.

Il Responsabile Rapporti Istituzionali

Nota del Direttore:

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Innanzitutto grati per la vostra attenzione nei confronti del nostro giornale.

Nel pezzo non si fa riferimento ad una data precisa della foto, così come del resto era stata postata sul profilo dell’assessore alle politiche giovanili di Napoli, lasciando supporre si riferisse a fine anno 2014. Ma la questione non è quando è stata scattata la foto.

La vostra precisazione ci spinge a fare un’osservazione: visto che l’attività sul campo del Presidente ASIA non è relativa al Capodanno ma “consuetudine”, i fatti ci dimostrano che evidentemente l’esempio non è sufficiente, o peggio ancora non serve a nulla ai fini pratici. Nonostante lo sprono a fare di più rivolto agli operatori ASIA, la città soffre di un’ormai endemica disorganizzazione nelle attività relative ai servizi di igiene ambientale. E’ questa la percezione comune relativa all’efficienza del servizio. E la percezione è fatta di risultati oggettivi.

Abbiamo bisogno di servizi, le consuetudini fatte di amore e passione evidentemente non servono a dare una scossa ad un settore essenziale come questo. I cittadini hanno bisogno di normalità e quella normalità si vede anche in giorni “particolari” come il Capodanno. Qualunque tempo faccia. Una città a vocazione turistica come la nostra, non può assolutamente permettersi il lusso di presentarsi sciatta e sporca ai visitatori di fine anno, e non solo a fine anno.

Noi cittadini conosciamo il disagio dovuto ai disservizi, a voi la soluzione manageriale. Siete delegati per questo.

Grazie e buon lavoro anche a voi tutti, nell’interesse collettivo.

FOTO: tratta da facebook.com

Lascia un commento

sei + tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.