Meno incidenti stradali e meno vittime sull’asfalto nel 2014 secondo le rilevazioni della Polizia Stradale

Incrementati i controlli con alcool test, drug test, Tutor e Vergilius, installato in estate anche in Penisola Sorrentina e sulla A3 Salerno – Reggio Calabria

incidenti-stradaliGli Italiani guidano meglio o forse hanno più timore nell’incappare in sanzioni. Vista la crisi e l’effettiva difficoltà di pagare le multe, fatto sta che il 2014 si è concluso con una significativa riduzione degli incidenti stradali e con meno vittime rispetto all’anno precedente. Lo si apprende dalle rilevazioni della Polizia stradale, che nel corso del 2014, con  4.254.070 pattuglie di vigilanza stradale Polizia stradale ed Arma dei carabinieri, hanno accertato 1.849.219 infrazioni al codice della strada. Un numero comunque da capogiro, ma tendenzialmente in calo rispetto all’anno 2013.

Sono 4.671 gli incidenti in meno rispetto al 2013 e va meglio anche per le vittime della strada, con 3.261 feriti in meno, registrati. Grazie all’incremento dei controlli della Polizia stradale oltre 60 mila automobilisti si sono visti ritirare la patente di guida e circa 62 mila sono state le carte di circolazione ritirate.

Un contributo non indifferente al risultato positivo in termini di incidenti stradali è dato da un ampliamento dei sistemi di prevenzione come il Tutor elettronico, che individua la velocità media percorsa dall’auto in viaggio sul tratto autostradale su cui è installato il sistema satellitare e che copre circa 3 mila chilometri di autostrada in tutta Italia. Anche il sistema Vergilius per il controllo della velocità, potenziato con un aumento delle ore di funzionamento del 77%,  ha dato ottimi risultati sulle strade statali su cui è in funzione, come la SS 1 Aurelia, SS 7 quater Domitiana e SS 309 Romea. Il sistema è attivo dall’estate 2014 anche in Campania, sia in Penisola Sorrentina, sulla SS 145 var. Sorrentina e sul tratto autostradale A3 Salerno – Reggio Calabria.

Tanti i controlli della Polizia stradale anche per combattere la guida in stato di ebbrezza, o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, una delle principali cause di incidenti e che lasciano sull’asfalto tante vittime innocenti, uccise dall’incoscienza e dalla superficialità di guidatori spavaldi convinti che l’alcol di un paio di birre non possa distrarli dalla guida o che una pasticca di extasy non sia poi la fine del mondo. Nello specifico i conducenti controllati con etilometri, alcool test e drug test sono stati 1.569.003 – di cui 26.471 sanzionati per guida in stato di ebbrezza alcolica e 1.890 denunciati per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Al fine di ottenere una maggiore sensibilizzazione da parte dei guidatori ad una guida più sicura, nell’ambito della prevenzione agli incidenti stradali molte sono state le campagne di informazione ed educazione realizzate sia a livello locale che nazionale nel corso del 2014, come Inverno in sicurezza, La sicurezza in inverno, Campagna di sicurezza stradale del Pullman Azzurro al Giro d’Italia 2014, Educazione alla sicurezza stradale nelle carceri minorili, Campagna Federazione Italiana Thriatlon, Vacanze sicure, #nonrischioperché, Icaro 14, L’ABC – Polizia Stradale ed Autostrada del Brennero e Icaro 15 parte da Firenze.

Lascia un commento